Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

Coronavirus, Poste Italiane: "Per il pagamento delle pensioni massima comunicazione, anche sugli sportelli chiusi"

Riceviamo e pubblichiamo in risposta di una lettera inviata in redazione da una lettrice molto arrabbiata su alcuni uffici posta chiusi sui territori minori ai tempi del coronavirus

Riceviamo e pubblichiamo in risposta di una lettera inviata in redazione da una lettrice molto arrabbiata su alcuni uffici posta chiusi sui territori minori ai tempi del coronavirus

*******
Gentile direttore,
in riferimento alla lettera “Le Poste non possono avere la pretesa di dettare le regole in piena emergenza” (27/3/2020), Poste Italiane precisa che la modalità del ritiro delle pensioni di aprile è stata tempestivamente comunicata attraverso i principali canali di comunicazione nazionali e locali, oltre agli avvisi affissi all’esterno delle sedi. Il pagamento dei ratei pensionistici sta avvenendo in questi giorni regolarmente attraverso un numero omogeneo di uffici postali, aperti in proporzione agli abitanti di ogni comune; in particolare nella provincia di Perugia sono attualmente disponibili 4 sedi aperte per l’intera giornata (dalle 8.20 alle 19.05), 48 uffici aperti tutte le mattine della settimana (dalle 8.20 alle 13.35) e 53 aperti a giorni alterni.

Si ricorda che sul sito poste.it (nella sezione “cerca ufficio postale”) o contattando il numero verde 800003322 è possibile conoscere tutte le informazioni sulle modalità di ritiro delle pensioni e sugli uffici postali aperti nel proprio comune. Per quanto riguarda il caso segnalato dalla lettrice, purtroppo non ci sono sufficienti elementi per risalire alla situazione specifica e al disagio in cui è occorsa.
Cordiali saluti
Poste Italiane - Media Relations

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Poste Italiane: "Per il pagamento delle pensioni massima comunicazione, anche sugli sportelli chiusi"

PerugiaToday è in caricamento