Cronaca

Coronavirus, controlli e tre denunce a Umbertide. Il sindaco insiste: "Restate a casa"

Continua il lavoro della Polizia Locale, impegnata a far rispettare le misure dovute all'emergenza sanitaria. Il primo cittadino Carizia: "Maggiore sarà il rispetto delle regole, prima torneremo alle nostre abitudini"

Tre persone, una delle quali minorenne, sono state denunciate dalla Polizia Locale di Umbertide per violazione delle disposizioni previste dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in materia di contenimento del virus Covid-19. Trasgressioni che li porteranno ora a rispondere del reato di inottemperanza all’ordine impartito dall’Autorità Pubblica per motivi di sicurezza pubblica e igiene di cui all’art. 650 del codice penale.

Casi stigmatizzati dal sindaco Luca Carizia: “A fronte di tanti cittadini che con sacrificio rispettano l’obbligo di non uscire di casa se non per necessità - dice il primo cittadino di Umbertide - si registrano ancora numerosi casi di persone che non comprendono l’obbligatorietà di limitare al massimo gli spostamenti solo per motivi di lavoro, salute o urgenze. In questo momento è fondamentale restare a casa, senza usare motivazioni inutili con le quali uscire e mettere in pericolo la salute dei cittadini o aggravare la pesantissima situazione del sistema sanitario che in questo momento è concentrato sul coronavirus e non deve essere congestionato da persone che violano il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri o le ordinanze sindacali dei giorni scorsi. Maggiore sarà il rispetto delle regole e prima saremo in grado di tornare alle nostre normali abitudini”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, controlli e tre denunce a Umbertide. Il sindaco insiste: "Restate a casa"

PerugiaToday è in caricamento