Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Coronavirus, l'ospedale di Perugia vieta le visite anche nei reparti non Covid-19

La 'stretta', che riguarda anche congiunti e 'caregiver', è stata annunciata dalla direzione generale "al fine di potenziare le misure già in atto per il contenimento della pandemia"

Nuove misure di contenimento della pandemia da coronavirus all'ospedale Santa Maria della Misericordia, dove da oggi sono vietate le visite ai congiunti dei degenti. "La Direzione Generale dell'Azienda ospedaliera di Perugia - si legge in una nota - comunica all'utenza la chiusura degli accessi nelle aree di degenza non Covid-19 dal 1 febbraio 2021 al fine di potenziare le misure già in atto per il contenimento della pandemia". L'accesso alle strutture sanitario "non è consentito" per visitatori e congiunti, mentre "è possibile consegnare eventuali beni personali di prima necessità al personale infermieristico di reparto nella fascia oraria dalle ore 12.00 alle ore 13.00".

Vietato l'accesso alle aree di degenzaanche ai 'caregiver' (persone che si occupano dell'assistenza di un figlio, genitore o altro familiare disabile o comunque non autosufficiente): "Potrà essere attentamente valutata da parte del medico specialista e del coordinatore infermieristico - spiega ancora l'ospedale di Perugia - la presenza in alcuni reparti limitatamente ai casi di assoluta necessità e dopo aver effettuato un'analisi rischi-benefici. Nel caso venga eccezionalmente concesso l'accesso al caregiver, prima del rilascio del badge autorizzativo personale, verrrà sottoposto a test rapido antigenico da ripetersi con cadenza costante".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, l'ospedale di Perugia vieta le visite anche nei reparti non Covid-19

PerugiaToday è in caricamento