rotate-mobile
Cronaca

Coronavirus, l'ordinanza di Speranza entra in vigore: le nuove regole

Resta obbligatorio indossare la mascherina al chiuso e di averla con sé in caso di assembramenti all'aperto

Entra in vigore la nuova ordinanza del Ministro della Salute, Roberto Speranza. L'ordinanza, si legge nell'articolo due del provvedimento firmato l'8 febbraio, "produce effetti a partire dall’11 febbraio 2022 e fino al 31 marzo 2022". Il comma due dell'articolo due specifica che "le disposizioni della presente ordinanza si applicano anche alle regioni a statuto speciale e alle Province autonome di Trento e di Bolzano". 

Dall'11 febbraio cade l'obbligo della mascherina all'aperto. L'ordinanza emanata dal Ministro della Salute dispone che "fino al 31 marzo 2022 è fatto obbligo sull’intero territorio nazionale di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private".

Il comma due specifica che "fermo restando quanto diversamente previsto da specifiche norme di legge o da appositi protocolli sanitari o linee guida, nei luoghi all’aperto è fatto obbligo sull’intero territorio nazionale di avere sempre con sé i dispositivi di protezione delle vie respiratorie e di indossarli laddove si configurino assembramenti o affollamenti".

Il provvedimento del Ministro della Salute specifica anche che "non hanno l’obbligo di indossare il dispositivo di protezione delle vie respiratorie: i bambini di età inferiore ai sei anni; le persone con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina, nonché le persone che devono comunicare con un disabile in modo da non poter fare uso del dispositivo; i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva". 

Il comma sei dell'articolo uno della nuova ordinanza del ministro Speranza evidenzia anche che "l’uso del dispositivo di protezione delle vie respiratorie integra e non sostituisce le altre misure di protezione dal contagio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, l'ordinanza di Speranza entra in vigore: le nuove regole

PerugiaToday è in caricamento