menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, nuovo decreto del governo Draghi: le regole per la scuola, cosa cambia in Umbria

Come già previsto per larga parte in Umbria, dal 7 aprile riapriranno in tutta Italia e anche in zona 'rossa' nidi e asili e ripartiranno elementari (e prime medie). Per i gradi superiori parziali aperture solo in 'arancione'

Non rappresentano una completa novità per l'Umbria le misure che saranno introdotte a partire dal 7 aprile (e in vigore fino al 30 aprile) per la scuola dal decreto-legge del governo Draghi, approvato ieri (mercoledì 31 marzo) dal Consglio dei Ministri. Come il premier aveva già annunciato nei giorni scorsi, riprenderanno anche nelle zone rosse le attività di nidi e asili e ripartirà la didattica in presenza per quanto riguarda le elementari e le prime medie. 

Misure che in Umbria erano già state in larga parte introdotte dall'ordinanza firmata il 19 marzo scorso dalla 'governatrice' Donatella Tesei per stabilire le regole fino al 6 aprile (con la ripresa delle lezioni delle scuole Primarie in presenza però solo nei comuni dei distretti sanitari la cui media territoriale di contagi settimanali non supera i 200 casi ogni 100 mila abitanti). Novità previste invece dal nuovo decreto legge per le classi dalla seconda media in su, con parziali riaperture in zona arancione.

SCUOLA, LE NOVITA DEL DECRETO:

"Il provvedimento - si legge in una nota di Palazzo Chigi - dispone che dal 7 al 30 aprile 2021 sia assicurato, sull’intero territorio nazionale, lo svolgimento in presenza dei servizi educativi per l’infanzia e della scuola dell’infanzia, nonché dell’attività didattica del primo ciclo di istruzione e del primo anno della scuola secondaria di primo grado. Per i successivi gradi di istruzione è confermato lo svolgimento delle attività in presenza dal 50% al 75% della popolazione studentesca in zona arancione mentre in zona rossa le relative attività si svolgono a distanza, garantendo comunque la possibilità di svolgere attività in presenza per gli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento