Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Coronavirus, nuovo decreto: come cambiano i colori delle Regioni, le regole

Il Governo cambia i parametri, il nuovo provvedimento del Governo Draghi

Il Governo Draghi, con il nuovo decreto, cambia i parametri per i colori delle Regioni. 

"L’incidenza dei contagi resta in vigore ma non sarà più il criterio guida per la scelta delle colorazioni (banca, gialla, arancione, rossa) delle Regioni". Dall'entrata in vigore del decreto, spiega una nota del Consiglio dei Ministri, "i due parametri principali saranno: il tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da Covid-19, il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva per pazienti affetti da Covid-19".

Zona Bianca

Le Regioni restano in zona bianca se "l'incidenza settimanale dei contagi è inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti per tre settimane consecutive". Nel caso di un’incidenza superiore a 50 casi per 100.000 abitanti, "la Regione resta in zona bianca se si verifica una delle due condizioni successive: il tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da Covid-19 è uguale o inferiore al 15 per cento; oppure il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva per pazienti affetti da Covid-19 è uguale o inferiore al 10 per cento"

Da bianca a gialla

Una Regione passa in aziona gialla quando "l'incidenza settimanale dei contagi deve essere pari o superiore a 50 ogni 100.000 abitanti a condizione che il tasso di occupazione dei posti letto in area medica sia superiore al 15 per cento e il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva per pazienti affetti da Covid-19 sia superiore al 10 per cento". Nel caso si verifichi un’incidenza pari o superiore a 150 casi per 100.000 abitanti, "la Regione resta in zona gialla se si verificano una delle due condizioni successive il tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da Covid-19 è uguale o inferiore al 30 per cento;
oppure il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva per pazienti affetti da Covid-19 è uguale o inferiore al 20 per cento".

Da giallo ad arancione

Una Regione passa da giallo in arancione nel caso in cui "si verifichi un’incidenza settimanale dei contagi pari o superiore a 150 ogni 100.000 abitanti e aver contestualmente superato i limiti di occupazione dei posti letto di area medica e terapia intensiva prevista per la zona gialla".

Da arancione a rosso

Una Regione è in zona rossa "in presenza di un’incidenza pari o superiore a 150 casi per 100.000 abitanti e se si verificano entrambe le condizioni successive: il tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da COVID-19 è superiore al 40 per cento; il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva per pazienti affetti da COVID-19 è superiore 30 per cento".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, nuovo decreto: come cambiano i colori delle Regioni, le regole

PerugiaToday è in caricamento