Coronavirus, 'festa' nel cortile del condominio a Marsciano: il sindaco mette in quarantena 10 persone

Il Comune: "Le persone presenti erano sprovviste dei dispositivi di sicurezza individuale e in palese violazione sia delle prescrizioni circa la distanza di sicurezza"

Pugno duro del primo cittadino di Marsciano. Come spiega una nota del Comune, il sindaco Francesca Mele "ha emanato una ordinanza per mettere in isolamento domiciliare, in via cautelativa e preventiva, i soggetti che hanno preso parte, nella sera di venerdì 17 aprile 2020, ad un incontro conviviale presso il cortile di un condominio a Marsciano".

Il provvedimento, spiega ancora il Comune, "riguarda 10 persone che sono state identificate a seguito dell’intervento effettuato dalle Forze dell’Ordine che hanno provveduto ad emettere a carico delle stesse anche la relativa sanzione amministrativa prevista dalla attuale normativa sul contenimento della pandemia da Covid-19 in corso. Proprio dalle stesse Forze dell’Ordine è stato accertato come le persone presenti nel cortile condominiale fossero, per la quasi totalità, sprovviste dei dispositivi di sicurezza individuale e in palese violazione sia delle prescrizioni circa la distanza di sicurezza interpersonale da tenere che, ovviamente, del divieto di uscire dalla propria abitazione se non per acclarate e stringenti necessità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Le gravi condotte di queste persone – spiega il sindaco Francesca Mele – in evidente violazione delle norme vigenti a tutela della salute pubblica, rappresentano un potenziale motivo e veicolo di contagio qualora uno dei partecipanti a questa serata conviviale si dimostrasse positivo (con o anche senza sintomi) al Covid-19, con le ovvie conseguenze in termini di possibile propagazione del contagio sulla popolazione. Quindi, come già avvenuto in occasione della vicenda della messa ad Ammeto la Domenica delle Palme, ho ritenuto doveroso intervenire con questa nuova misura di quarantena, proprio per prevenire conseguenze che andrebbero a vanificare i sacrifici che tutta la popolazione sta facendo per superare questa emergenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 15 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Flash | Ordinanza regionale della Tesei: alternanza lezioni a distanza e da casa per studenti delle Superiori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento