menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, a Marsciano decine di 'furbetti' del decreto anticontagio: raffica di denunce

Il sindaco: "Non può essere tollerato in alcun modo, e sarà quindi punito a norma di legge, chi con superficialità e irresponsabilità mette a rischio la vita di tutti"

Furbetti beccati e denunciati. Come spiega il Comune di Marsciano "sono decine i cittadini marscianesi, su tutto il territorio comunale, che sono stati denunciati, e quindi segnalati alla Procura della Repubblica, per il mancato rispetto delle misure che limitano gli spostamenti e volte a contenere la diffusione del coronavirus. I soggetti denunciati rischiano, in base al reato di cui l’articolo 650 del Codice penale, non solo la comminazione di sanzioni economiche ma anche la reclusione fino a tre mesi".

Coronavirus, bollettino medico regionale del 23 marzo: i contagiati salgono a 577, i decessi fermi a 16

Come spiega il sindaco Francesca Mele "i prossimi giorni saranno cruciali per capire se, grazie ai sacrifici che stiamo mettendo in campo, riusciamo a contenere la diffusione dei contagi. Tutti dobbiamo fare la nostra parte in questa battaglia, per il bene della comunità tutta e per aiutare concretamente chi si trova in trincea all’interno degli ospedali, medici, infermieri e operatori sanitari prima di tutto".

E ancora: "Non può essere tollerato in alcun modo, e sarà quindi punito a norma di legge, chi con superficialità e irresponsabilità mette a rischio la vita di tutti non rispettando le norme e comportandosi come se non fossimo nel mezzo di una pandemia gravissima".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento