Cronaca

Coronavirus, insulti e minacce all'ex moglie e ai figli minorenni: denunciato perugino

Un periodo difficile questo anche sotto il profilo delle violenze domestiche: il Questore in prima linea contro i padri-padroni e gli ex violenti

Purtroppo le previsioni si sono avverate: anche ai tempi del coronavirus, con l'obbligo di stare in casa, le violenze domestiche sono in continua ascesa. Il Questore di Perugia, con la sua task-force, sta in prima linea per evitare ulteriori drammi familiari intervenendo a tutela delle vittime che, come spesso accade sono donne e minori.  E’ proprio di qualche giorno fa l’esecuzione di allontanamento dalla casa coniugale, nonché al divieto di avvicinamento alla ex moglie ed ai propri figli, a carico di un cinquantunenne perugino responsabile di stalking. 

L’uomo, non accettando la fine della relazione coniugale ha, in maniera reiterata e continuativa, minacciato la ex moglie ed i figli con telefonate moleste e insulti. Questi squallidi comportamenti nell’ultimo periodo sono aumentati e gravemente degenerati, nonostante i divieti imposti dal Tribunale per i Minorenni e dal tribunale Ordinario a seguito delle denunce della ex moglie. Per questo il Gip, all’esito dell’attività d’indagine, ha disposto l’ordinanza di divieto di avvicinamento e la denuncia per stalking.

Solo nel periodo dell'emergenza sanitaria il Questore ha firmato di suo pugno 1 ammonimento per violenza domestica, emesso a carico di un uomo di 48 anni resosi responsabile di azioni violente nei confronti della coniuge e sei ammonimenti per atti persecutori di cittadini italiani e stranieri "che avevano posto in essere ripetute condotte moleste e minacciose nei confronti delle ex-partner, mossi dalla mancata accettazione della fine della relazione sentimentale". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, insulti e minacce all'ex moglie e ai figli minorenni: denunciato perugino

PerugiaToday è in caricamento