Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Coronavirus, in attesa dell'ordinanza regionale: zone rosse comunali? No. E la Dad verso riconferma

Sono ore di attesa per la decisione della Giunta regionale, dopo il Dpcm del Governo Draghi valido fino a Pasqua

Aggiornamento:  Coronavirus, nuova ordinanza della presidente della Regione Umbria

Sono ore di attesa per la decisione della Giunta regionale, dopo il Dpcm del Governo Draghi valido fino a Pasqua, su scuole ed eventuali restrizioni maggiori sui territori contro troppi casi di positivi nelle ultime due settimane. I dati umbri, dopo un mese difficile, sono da almeno tre settimane a ribasso e ci si sta avvicinando ai 200 casi ogni 100mila abitanti che permettono una più facile gestione e tracciamenti del virus. Ma ci sono zone dove la situazione non migliora: Foligno e il territorio di riferimento, ma anche Assisi e Bastia.

Per tutta la serata di ieri e la mattinata di oggi si è parlato di zone rosse comunali. Sia da fonti Cts - il Comitato tecnico scientifico - che da ambienti vicini alla Presidente Tesei questa ipotesi non è stata presa in considerazione. Per capirci: non ci sarà un lockdown modello Pozzo e Giove con personale forze dell'ordine agli ingressi dei territorio. No. Ci sarà una ordinanza regionale dove si riproporranno vincoli, divieti e restrizioni ad hoc per una vasta area. Ma rientra tutto nel famoso arancione rafforzato.

Il Cts, ma anche molti sindaci, a causa della variante inglese - che colpisce i più giovani - prevedono di mantenere la scuola a distanza a per tutti gli studenti fatta eccezione per gli asili nido da 0 a 36 mesi. Un orientamento che ha convinto anche la giunta regionale. Nelle prossime ore è attesa la decisione finale. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, in attesa dell'ordinanza regionale: zone rosse comunali? No. E la Dad verso riconferma

PerugiaToday è in caricamento