Cronaca

Coronavirus, il sindaco di Castiglione del Lago vieta gli eventi di pubblico spettacolo

Ordinanza del sindaco, divieto fino al 31 luglio

Niente concerti e serate in riva al Trasimeno. Ordinanza numero 100 del sindaco di Castiglione del Lago, Matteo Burico. A causa "dell'urgente necessità di disporre interventi volti a contrastare assembramenti di persone e a tutela della quiete pubblica, fino al 31 luglio", scatta il divieto "di svolgere eventi di Pubblico Spettacolo, organizzati ai sensi degli art. 68 e 69 del TULPS, in tutti gli esercizi pubblici del Comune Castiglione del Lago".

Resta consentito, si legge nell'ordinanza, "il solo svolgimento di attività di “piccolo intrattenimento” da parte di esercizi commerciali in possesso dei relativi requisiti di legge, ove non sia superato, durante lo svolgimento della manifestazione musicale, il valore limite assoluto d'immissione previsto dal piano di zonizzazione acustica comunale".

E ancora: "Si ricorda  - procede l'ordinanza - che per “piccolo intrattenimento” si intende esclusivamente la produzione o riproduzione di musica di sottofondo e/o accompagnamento alla fruizione degli spazi del locale. L’impatto musicale non deve arrecare disturbo e non deve risultare preminente rispetto al normale svolgimento dell’attività commerciale e deve in ogni caso rispettare le seguenti indicazioni: è vietata la pubblicità di tali spettacoli e trattenimenti; l’esercizio delle attività di spettacolo è consentito nel rispetto delle disposizioni vigenti in materia di inquinamento acustico e in ogni caso la potenza di ogni diffusore acustico deve essere contenuta entro i 150 w RMS". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il sindaco di Castiglione del Lago vieta gli eventi di pubblico spettacolo

PerugiaToday è in caricamento