Furti a raffica nelle città deserte, beccati in tre dalla Polizia a Città di Castello

Lei fa da palo e lui scappa con un televisore nascosto da un lenzuolo: denunciati. Scassinatore sorpreso mentre forza una saracinesca di un negozio

Approfittano del coprifuoco imposto dall'emergenza sanitaria per scassinare attività commerciali chiuse, beccati e denunciati in tre dalla Polizia a Città di Castello.

Gli agenti del Commissariato del centro altotiberino hanno denunciato e sanzionato tre uomini sorpresi senza una giustificazione in piazza Matteotti.

Poco dopo uno dei tre, identificato come cittadino bielorusso 31enne con regolare permesso di soggiorno e con numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, è stato sorpreso dalla stessa pattuglia mentre armeggiava ricurvo dinanzi alla porta metallica di un esercizio commerciale, nell’atto di forzare con un utensile il portone di ingresso. Alla vista della pattuglia il soggetto fuggiva tra i vicoli del centro storico. Gli agenti verificavano che la porta metallica presentava effettivamente degli evidenti segni di effrazione e la proprietaria dell’esercizio commerciale sporgeva denuncia per tentato furto aggravato.

Sempre nel corso dei servizi di controllo del territorio un'altra pattuglia interveniva nelle vie del centro per un segnalato furto di un televisore in un negozio di informatica. Dalle immagini dell’impianto di videosorveglianza del negozio, gli agenti risalivano agli autori dell’effrazione: due soggetti 33enni noti per aver commesso in passato diversi reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti.

Nei filmati si vedeva la donna che faceva da palo, attendendo fuori dall’esercizio commerciale mentre l’uomo, entrato nel locale con un telo bianco fuoriusciva, dopo pochi minuti, con un grosso oggetto in mano avvolto dallo stesso telo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli agenti riuscivano a localizzare i due ladri presso il proprio domicilio, tra l’altro sorpresi con gli stessi indumenti indossati durante l’effrazione avvenuta poco prima e scattava la denuncia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: centri commerciali e negozi chiusi la domenica. Tutti i provvedimenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento