menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, chi gioca al videopoker e chi fa 'salotto' in macchina: 6 denunciati a Spoleto

Trovati fuori di casa senza un legittimo motivo dagli agenti del commissariato di Polizia spoletino, sono accusati di aver violato le disposizioni del decreto anti-contagio

Si intensificano i controlli anche in Umbria, dove qualcuno continua a non rispettare i provvedimenti presi dal Governo per arginare la diffusione del coronavirus. Succede anche a Spoleto, dove la Polizia ha denunciato sei persone per inosservanza del decreto firmato dal presidente del consiglio Giuseppe Conte l'11 marzo, che consente di uscire di casa solo per motivi di lavoro, salute o per stretta necessità.

Due cinquantenni sono stati trovati all'interno di una tabaccheria, intenti a giocare rispettivamente con i 'gratta e vinci' e al videopoker.  Ovviamente considerati ingiustificati i loro spostamenti dagli agenti del Commissariato spoletino, che li hanno così denunciati per violazione dell'articolo 650 del codice penale, che prevede l'arresto fino a tremesi e un'ammenda fino a 206 euro. Stessa accusa per altre quattro giovani tra i 25 e i 30 anni, che avevano lasciato le proprie case per ritrovarsi in piazza assembrati all'interno di una macchina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento