Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Coronavirus, nuova ordinanza della presidente della Regione Umbria: la decisione per le scuole

La presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, ha firmato una nuova ordinanza per fronteggiare l'emergenza coronavirus. Il provvedimento resterà in vigore sino al 5 aprile

La presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, ha firmato una nuova ordinanza per fronteggiare l'emergenza coronavirus. Il provvedimento resterà in vigore fino al 5 aprile. 

L'articolo 1 dell'ordinanza 23 del 12 marzo stabilisce che "a decorrere dal 15 marzo 2021 e fino al 5 aprile 2021 in tutto il territorio regionale le attività scolastiche e didattiche di tutte le classi delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, statali e paritarie, si svolgono esclusivamente con modalità a distanza. Sono sospese tutte le attività laboratoriali nelle scuole secondarie di secondo grado statali e paritarie e nei corsi IeFP". E ancora: "Resta salva la possibilità di svolgere attività in presenza in ragione di mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, secondo quanto previsto dal decreto del Ministro dell’Istruzione n. 89 del 7 agosto 2020 e dall’ordinanza del Ministro dell’Istruzione 134 del 9 ottobre 2020, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata".

Il comma 2 dell'articolo 1 dell'ordinanza stabilisce che fino al 5 aprile "nel territorio dei Distretti Sanitari di cui all’allegato n. 1 individuati dal Commissario Emergenza Covid-19, in cui i contagi settimanali sono superiori a 250 per centomila abitanti, ovvero in cui il numero dei contagi si approssimi a detta soglia o risulti fortemente crescente evidenziando rischi per la sanità pubblica, sono sospesi tutti i servizi socio educativi per la prima infanzia – fino a 36 mesi di età – pubblici e privati di cui alla legge regionale 22 dicembre 2005, n.30. Sono altresì sospesi i servizi educativi delle scuole dell’infanzia statali e paritarie di cui all’art. 2, comma 5, del D.Lgs. n. 65 del 13 aprile 2017. Resta salva la possibilità, per le scuole dell’infanzia statali e paritarie di cui all’art. 2, comma 5, del D.Lgs. n. 65 del 13 aprile 2017, di svolgere attività in presenza, qualora sia necessario in ragione di mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali". 

I distretti interessati dalla sospensione sono: l’Alto Tevere  (comprendente i comuni di Citerna, Città di Castello, Lisciano Niccone, Monte Santa Maria Tiberina, Montone, Pietralunga, San Giustino e  Umbertide); il Folignate  (Bevagna, Foligno, Gualdo Cattaneo, Montefalco, Nocera Umbra, Sellano, Spello, Trevi, Valtopina);  l’Orvietano (comuni di Allerona, Baschi, Castel Giorgio, Castel Viscardo, Fabro, Ficulle, Montecchio, Montegabbione, Monteleone d’Orvieto, Orvieto, Parrano, Porano); la Valnerina (Cascia, Cerreto di Spoleto, Monteleone di Spoleto, Norcia, Poggiodomo, Preci, Sant’Anatolia di Narco, Scheggino, Vallo di Nera); l’Assisano (Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara Valfabbrica) e il Ternano (Acquasparta, Arrone, Ferentillo, Montefranco, Polino, San Gemini, Stroncone e Terni). 

Il comma 3 dell'articolo 1 dell'ordinanza stabilisce che fino al 5 aprile "in tutto il territorio regionale, fatte salve le specifiche disposizioni di cui all’art. 25 del Dpcm 2 marzo 2021, tutti i corsi di formazione pubblici o privati approvati o autorizzati dalla Regione Umbria e da Arpal Umbria devono essere svolti in modalità telematica a distanza. Le attività laboratoriali, ivi comprese le prove di laboratorio o tecnico pratiche relative agli esami finali, non
possono essere svolte in presenza".

Il comma 4, invece, stabilisce che "su tutto il territorio regionale è consentita l’attività in presenza nelle sedi scolastiche delle scuole secondarie di secondo grado per gli studenti delle classi quinte ai fini dell’effettuazione delle prove Invalsi". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, nuova ordinanza della presidente della Regione Umbria: la decisione per le scuole

PerugiaToday è in caricamento