menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gonfia i prezzi delle mascherine, scovato e stangato dalla Guardia di finanza

Proseguono i controlli dei militari negli esercizi commerciali sulla vendita di prodotti collegati al Covid-19

La Guardia di Finanza prosegue nell'opera di monitoraggio e controllo dei prezzi sui beni di prima necessità e sanitari legati alla diffusione del Covid-19. Le Fiamme Gialle della Tenenza di Assisi hanno scoperto un negozio in cui, oltre a praticare rincari per i prodotti di maggior richiesta, ne vendeva anche di contraffatti, cioè non corrispondenti alle di sicurezza.

I militari hanno trovato in vendita circa 150 “mascherine” (nello specifico, respiratori circolari di tipo “FFP2”) a prezzi  molto più che raddoppiati. Non solo: le mascherine, vendute in confezioni da venti pezzi, erano state “spacchettate” così da potere essere vendute singolarmente, incrementando così il margine di guadagno sulle singole vendite.

I prodotti erano anche privi delle informazioni prescritte dalla normativa europea e nazionale, senza alcun libretto d’istruzioni e senza l’indicazione delle precauzioni d’uso, risultando, pertanto, potenzialmente pericolosi.

L’esercente rischia decine di migliaia di euro di sanzione.

"I Finanzieri stanno procedendo ad ulteriori accertamenti in modo da potere verificare l’effettiva provenienza dei prodotti. La Guardia di Finanza continuerà a presidiare il territorio, al fine di contrastare pratiche commerciali scorrette e di garantire la sicurezza dei cittadini" avverte una nota dei vertici del Corpo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia 2021, tre tappe in Provincia di Perugia: "Disagi alla viabilità ripagati dalla visibilità offerta al nostro territorio"

Attualità

Coronavirus, Vaccine Day in Umbria: 5.387 dosi somministrate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento