Cronaca

Coronavirus, i carabinieri di Perugia portano farmaci e viveri a casa di anziani o bisognosi

I militari della Stazione di Ponte Pattoli hanno anche aderito ad una raccolta di beni di prima necessità per le persone che stanno attraversando una situazione di difficoltà

I Carabinieri, com'è nella loro storia, non sono impegnati solo nella sicurezza dei cittadini, ma anche nel contenere il contagio da Coronavirus e nel servizio alla popolazione.

I militari della Stazione di Ponte Pattoli hanno messo a punto un vero e proprio sistema di consegna a domicilio, di generi alimentari e farmaci. Le richieste sono pervenute tramite le farmacie o direttamente dalle persone interessate. I carabinieri prima hanno prelavato i farmaci e, muniti dei dispositivi di protezione individuale, poi li hanno consegnati ad alcuni residenti delle frazioni di Ramazzano Le Pulci, Ponte Pattoli e Tavernacce, che non potevano contare su famigliari o spostarsi personalmente, poiché in quarantena fiduciaria o obbligatoria.

I militari hanno provveduto anche alla consegna di generi alimentari in favore di due anziani residenti in frazione Rancolfo, anch’essi impossibilitati a recarsi personalmente a fare la spesa. Alla coppia, commossa per il gesto, è stata assicurata la presenza dell’Arma in occasione dei quotidiani servizi di pattuglia per qualsiasi futura necessità.

I carabinieri della Stazione CC di Ponte Pattoli hanno aderito a una raccolta di beni di prima necessità per le persone che stanno attraversando una situazione di difficoltà; quanto raccolto sarà consegnato dagli stessi militari dell’Arma direttamente alle famiglie individuate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, i carabinieri di Perugia portano farmaci e viveri a casa di anziani o bisognosi

PerugiaToday è in caricamento