menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, il Ministero della Salute: "Vaccino AstraZeneca, uso preferenziale negli over 60"

Le nuove raccomandazioni in una circolare inviata alle Regioni: "Nelle fasce di età più avanzate basso rischio di reazioni avverse di tipo tromboembolico a fronte dell'elevata mortalità da Covid-19"

L'utilizzo di Vaxzevria, vaccino anti-Covid di AstraZeneca, sarà d'ora in avanti consigliato per le persone con più di 60 anni. Questa la decisione del Ministero della Salute, presa dopo aver analizzato "le valutazioni dell’Area di Farmacovigilanza di Aifa e del Prac-Ema, con il supporto del gruppo di esperti in ambito di coagulazione convocato dall’Agenzia con il compito di fornire un supporto scientifico nell’analisi dei casi di trombosi"

Una decisione poi comunicata attraverso una circolare con le nuove raccomandazioni inviata a Regioni, istituzioni ed associazioni e pubblicata sul sito del dicastero. "Sulla base delle attuali evidenze - si legge nel documento -, tenuto conto del basso rischio di reazioni avverse di tipo tromboembolico a fronte dell'elevata mortalità da Covid-19 nelle fasce di età più avanzate, si rappresenta che è raccomandato un suo uso preferenziale nelle persone sopra i 60 anni". E ancora: "Chi ha già ricevuto una prima dose Vaxzevria, può completare il ciclo col medesimo vaccino".

Una decisione quella del ministero (che ribadisce comunque che il preparato di AstraZeneca "è approvato per la popolazione a partire dai 18 anni di età") destinata ad avere ripercussioni sul piano vaccinale, con le Regioni che potrebbero dover così rimodulare le priorità di chiamata per le somministrazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento