Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Camicie nere e saluti fascisti durante la partita al Curi: nove tifosi a processo

La vicenda è finita nella aule di giustizia di Perugia, l'udienza è stata rinviata a marzo con l'ascolto dei teste della difesa

Sono finiti a processo ben nove tifosi,  per aver inneggiato al proselitismo fascista con cori e saluti  durante la partirta allo stadio Renato di Curi di Perugia. 

I fatti risalgono a qualche anno fa. Lo stadio perugino è pieno, si sta infatti disputando l'atteso incontro di calcio valevole per il campionato nazionale Lega Pro giocato tra le squadre Perugia-Varese. Nove giovani della tifoseria ospite, iniziano così a intonare cori inneggianti le "camicie nere" e a fare saluti appartenenti all'ideologia fascista.

Subito vengono denunciati dalla digos  la quale, attraverso identificazione fotografica, riesce a risalire all'identità degli autori. In base alla Legge Mancino infatti, gesti, slogan, e azioni legati all'ideologia fascista, sono puniti e sanzionati dalla Repubblica Italiana.

Gli imputati-difesi dall'avvocato Matteo Quagliarini del foro di Perugia, sono stati rinviati a giudizio e per loro si è aperto il procedimento penale, oggi l'ascolto in aula dei teste del pm a marzo invece, si procederà con quelli della difesa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camicie nere e saluti fascisti durante la partita al Curi: nove tifosi a processo

PerugiaToday è in caricamento