Imprenditore di Corciano molesta tre dipendenti: "Si sono ribellate per tutelare la propria dignità"

Abusi sessuali, comportamenti vessatori, tentativi di estorsione ai dipendenti, lavoro nero e via dicendo

Abusi sessuali, comportamenti vessatori, tentativi di estorsione ai dipendenti, lavoro nero e via dicendo: è un quadro drammatico quello che emerge dalle notizie riportate oggi dalla stampa relative all’intervento dei carabinieri in un’azienda di Corciano (Pg) dove il titolare avrebbe ripetutamente abusato di una dipendente fino a costringerla a dimettersi. Comportamento già tenuto peraltro anche nei confronti di altre due lavoratrici.

Lo scrive in una nota Barbara Mischianti, segretaria regionale della Cgil dell’Umbria. "Come Cgil - afferma Mischianti - nel portare la nostra solidarietà e vicinanza alla lavoratrice vittima di violenza e alle sue colleghe, mettendoci a loro totale disposizione, vogliamo riaffermare la necessità di alzare il livello di attenzione e di protezione nei confronti delle donne lavoratrici ed in particolare - conclude - di quelle che trovano il coraggio di denunciare qualsiasi episodio e comportamento lesivo della loro dignità”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo e freddo, prima nevicata dell'inverno 2019: il bollettino e le aree che saranno imbiancate

  • Aereo guasto atterra e si schianta, morti e feriti: la super esercitazione all'Aeroporto di Perugia

  • Inchiesta anti-ndrangheta a Perugia, tutti i nomi degli arrestati e fermati in Calabria e in Umbria

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Tragedia a Mantignana: muore pedone investito da un'auto, inutili i soccorsi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento