menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coppa Italia, Napoli-Perugia: arrestati 5 ultras campani fuori dal 'San Paolo'

Prima del match la Polizia ha fermato e controllato la loro auto, trovando fuochi pirotecnici proibiti: la Questura ha emesso Daspo per tutti

Se Gennaro Gattuso e il suo Napoli hanno festeggiato il 2-0 rifilato al Perugia con cui ieri (martedì 14 gennaio) hanno staccato al 'San Paolo' il pass per i quarti di finale della Coppa Italia, non è stato così per cinque ultras azzurri arrestati dalla Polizia (per possesso di fuochi pirotecnici di genere proibito) prima del match con la Questura che ha poi emesso nei loro confronti anche Daspo per periodi da 4 a 5 anni. 

Napoli-Perugia 2-0: le pagelle

IL FATTO - L'arresto è arrivato nel corso dei servizi di prevenzione e controllo svolti fuori dallo stadio da alcuni agenti del Commissariato San Paolo, che ha fermato e controllato su una Fiat 500 nell'area di parcheggio di piazza D'Annunzio, nelle immediate vicinanze della Curva B. Nell'auto sono state poi rinvenute 24 aste rigide, 10 manufatti artigianali di illegale fabbricazione di tipo pirotecnico comunemente denominati "track", 12 "black thunder", 28 fumogeni, 2 barattoli  di "smoke signals", un segnale fumogeno tipo "boetta", 10 fumogeni con "black thunder" uniti con nastro isolante bianco. Ecco così che per le cinque persone (due dei quali con precedenti e uno già sottoposto a Daspo) è così scattato l'arresto per possesso di artifizi pirotecnici in occasione di manifestazioni sportive.

Cosmi: "Il mio Grifo da Serie A se...."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento