menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz della guardia di finanza: chiusa copisteria universitaria del centro

I proprietari hanno deciso di scrivere un post su Facebook "ringraziando" concorrenza e Fiamme gialle per aver regalato a loro questa "pausa inattesa"

Sigilli a la Libreria Copisteria Universitaria tra via Fabbretti e via Innamorati (zona Elce). La Guardia di Finanza è intervenuta nel pomeriggio di ieri, sequestrando il locale. Chiusura quindi forzata per i proprietari del negozio che, in base alle prime indiscrezioni trapelate, sarebbe accusati di aver violato le norme sul diritto d'autore.

Sicuramente bizzarro il post apparso sulla bacheca Facebook della copisteria: “Comunichiamo alla spettabile Clientela che abbiamo appena vinto un altro mese di Ferie Forzate...adesso siamo aperti solo in strada Santa Elisabetta (vicino facoltà)....ringraziamo sempre la Concorrenza e la Gdf...per questi riposi che ci regalano”. La copisteria di via Santa Elisabetta è stata riaperta solo lo scorso 11 aprile, dopo che la guarda di finanza aveva messo sotto sequestro i macchinari e non l'intero locale.

A finire nei guai in tempi non sospetti anche altre copisteria del capoluogo umbro, costrette a chiudere i battenti dopo che la guardia di finanza con numerosi appostamenti riuscì a scoprire che all'interno dei locali venivano fotocopiati i testi dei libri universitari. Fotocopie consentite dalla legge, qualora non superino però il 15 % del libro.

L'inchiesta è stata promossa dalla Procura di Perugia ed è diretta dal Sostituto Procuratore Giuseppe Petrazzini; riguarda quattro attività di copisteria con sede sia a Perugia che in Calabria ma tutte sarebbe in qualche modo, secondo l'accusa, collegate tra loro. Controllati computer per trovare dei file di libri da fotocopiare illegalmente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento