Sicurezza, maxi pattugliamento della polizia: 52 persone controllate a Fontivegge

Massiccio controllo della polizia sul territorio perugino dalla zona della stazione e fino a Collestrada. Tra denunce ed arresti continua il lavoro incessante della Questura

Proseguono giorno per giorno a Perugia, i servizi straordinari di controllo del territorio, disposti dal Questore Nicolò D’Angelo ed eseguiti dalle  “Volanti” con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine “Lazio”, inviato di rinforzo dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza.

Giro di vite a Fontivegge- Nella zona della Stazione sono state controllate 52 persone di cui 6 condotte in Questura per l’identificazione. Qui è stato denunciato in stato di libertà per possesso di oggetti atti ad offendere un cittadino rumeno G. A. , del ’90, residente a Todi, trovato verso le ore 20.00 in Via Mario Angeloni con un “cutter” in tasca e un “manganello telescopico” in auto.

Oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale- Denuncia per Oltraggio e Resistenza a P.U. nei confronti di un cittadino tunisino E.M. dell‘87 che verso le ore 14.00, in Piazza Vittorio Veneto si è opposto al controllo e, spintonando gli agenti, rifiutava di farsi identificare; condotto in Questura è stato sottoposto, presso l’Ufficio Immigrazione a provvedimento di Espulsione.

Arrestato 12 volte per droga- Tratto in arresto un clandestino tunisino M. L. del ’67,  in Italia dal ’88 ed a Perugia dal ‘96, ove è già stato arrestato per stupefacenti dodici volte ; deve tornare in carcere per scontare una pena residua di un anno e sette mesi .

A Collestrada- Le “Volanti” hanno invece rintracciato due giovani “rom” che si aggiravano in via Maristella verso le ore 11 di martedì con fare sospetto. Condotti in Questura si accertava che la ragazza, del ’93, risultava già identificata 62 volte con 23 diverse generalità e  il ragazzo, del ’98, annoverava due precedenti fotosegnalamenti.

I due occultavano, tra gli indumenti intimi, lastre di plastica, ricavate artigianalmente dalla parte più ampia di flaconi di shampoo, che presentavano evidenti striature, segno inequivocabile che erano  state utilizzate di recente per aprire le serrature, non chiuse con “mandate”,  delle porte delle abitazioni. Per entrambi l’ennesima denuncia alla A.G.; il minore è stato affidato ad un ente assistenziale autorizzato.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un borgo umbro tra i 20 paesi più belli d’Italia del 2020 scelti da Skyscanner

  • INVIATO CITTADINO Alle sei del mattino due giovanissimi dormono davanti alla vetrina di un negozio: chiamata la Polizia

  • "Aiutatemi", ragazzo trovato nella notte legato a un albero: indagano i carabinieri

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Giovani coppie, single e famiglie con un solo genitore, dalla Regione quasi 4 milioni per l'acquisto della prima casa

  • Linea Verde Life fa tappa a Perugia ed elogia l’Antica Latteria di via Baglioni (le immagini)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento