menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, le regole per spostamenti in città e per fare la spesa: troppa gente in giro senza motivo

Non basta un'autocertificazione per andare in giro in città. Ci sono regole precise e da stamani scattano i controlli delle forze dell'ordine

Da questa mattina sono partiti i controlli a tappeto in tutta l'Umbria, dopo le indicazioni dei Prefetti di Terni e Perugia, da parte delle forze dell'ordine per far rispettare le disposizioni anti-contagio da coranavirus. Si rischiano pesanti denunce penali, multe e chiusura dei locali commerciali. Sotto la lente gli spostamenti che devono essere per soli tre scopi: lavoro, necessità sanitaria e acquisto alimenti. Ma va chiarito a tutti: non è che se uno compila l'autocertificazione può andare dove vuole anche perchè è tassativo che si deve stare a casa per evitare il contagio.

Le autocertificazioni per spostarsi in città o nei comuni limitrofi (non c'è differenza) vengono verificate in tempo reale direttamente dalle forze dell'ordine una volta fermata l'auto o una persona.  Al momento del controllo dovete dichiarare e firmare perché vi state spostando e dove andate. Scatta la verifica (datore di lavoro o medico, o struttura sanitaria). Occhio quando si va a fare la spesa si rischia grosso lo stesso: acquisiti solo nel vostro comune, preferibilmente nel più vicino punto rispetto alla propria residenza. E deve andare uno solo in auto a famiglia, uno soltanto nel supemercato. Non ci si va accompagnati né tantomeno con famiglia e figlia al seguito. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento