menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli straordinari a Ellera, Corciano e Fontivegge: 3 denunce

Il bilancio dell'attività è di 3 persone denunciate a piede libero, 16 persone identificate, di cui 4 pregiudicati, e 13 autoveicoli controllati, con irrogazione di ben 8 contravvenzioni

Nel pomeriggio del 2 ottobre sono stati effettuati nelle zone di Fontivegge, Ellera e Corciano dei servizi straordinari di controllo del territorio, disposti dal Questore Carmelo Gugliotta e coordinati dal Commissario Capo Adriano Felici. Questi servizi, attuati da operatori delle Volanti e da agenti del Reparto Prevenzione Crimine, in quest’occasione hanno interessato le zone di Fontivegge, Ellera e Corciano.

Il bilancio dell’attività è di 3 persone denunciate a piede libero, 16 persone identificate, di cui 4 pregiudicati, e 13 autoveicoli controllati, con irrogazione di ben 8 contravvenzioni al codice della strada. Quanto alle denunce, sono stati indagati in stato di libertà per guida senza patente un albanese ed un ucraino.

Il primo è stato intercettato dagli uomini del reparto prevenzione crimine mentre transitava lungo Via Mentana a bordo di una Jeep Grand Cherokee. L’uomo, R.H., anno 1964, durante il controllo, ha mostrato agli agenti una patente albanese. Tale titolo, però, non ha più valore nel nostro Paese, visto che da circa due mesi è divenuto inefficace l’accordo tra Italia e Albania che prevedeva il riconoscimento delle patenti di guida albanesi.

Pertanto, R.H. è stato denunciato per guida senza patente e la sua auto è stata sottoposta a fermo amministrativo.Non è andata meglio a O.S., ucraino, che invece è stato fermato lungo Via Corcianese mentre viaggiava a bordo di una Fiat Doblo’.In Italia da oltre due anni, l’uomo non si era mai preoccupato di conseguire la licenza di guida.Così, anche per lui sono scattati la denuncia per guida senza patente e il fermo amministrativo della Fiat Doblo’.

A cadere nella rete degli agenti, infine, è stato un tunisino del 1971. M.M., queste le sue iniziali, è stato controllato dalla Polizia nella zona della Stazione di Fontivegge ed era privo di documenti. Non essendo convinti della corrispondenza al vero delle generalità da lui dichiarate, i poliziotti hanno voluto vederci chiaro e pertanto lo hanno condotto in Questura.

Qui, all’esito degli accertamenti, è emersa sia la sua vera identità, sia il fatto che l’uomo non aveva dato esecuzione ad un precedente ordine di allontanamento dall’Italia emesso nei suoi confronti dal Questore di Perugia. Pertanto, il maghrebino è stato denunciato per falsa attestazione delle proprie generalità a pubblico ufficiale e per inottemperanza all’ordine di allontanamento dal territorio nazionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento