Todi, controlli carabinieri: denunce per droga e ricettazione

Nei giorni scorsi i carabinieri di Todi ha messo in campo un imponente dispositivo, costituito da oltre 40 militari, per attuare un controllo straordinario del territorio della Media Valle del Tevere

Durante i giorni scorsi i carabinieri di Todi ha messo in campo un imponente dispositivo, costituito da oltre 40 militari, per attuare un controllo straordinario del territorio della Media Valle del Tevere.

Nel dettaglio, sono stati eseguiti numerosi posti di blocco lungo le principali arterie stradali; vigilate le zone più isolate del territorio; controllati numerose persone e mezzi nonché esercizi  pubblici.    

I risultati, conseguiti dal “Nucleo Operativo e Radiomobile” e dalla Carabinieri Stazioni della Compagnia di Todi, sono stati numerosi.
Un giovane, ristretto agli arresti domiciliari per  motivi di droga, è stato denunciato per evasione, essendosi arbitrariamente allontanato dalla propria abitazione.

Successivamente tre persone (un 24enne di S. Venanzo, un 54enne ed un 65enne entrambi di Deruta), sono stati deferiti perché sorpresi alla guida del loro autovettura in stato di ebbrezza alcolica. Una donna straniera, residente a Marsciano, è stata denunciata  per  resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità, perché, in stato di ebbrezza, si rifiutava di declinare  le proprie generalità  ed usava violenza nei confronti dei militari operanti.

Due giovani stranieri, un uruguaiano ed un ivoriano, entrambi residenti a Perugia, sono stati segnalati alla Prefettura di Perugia perché trovati in possesso, nei pressi di un locale pubblico di Deruta,  di hascisch detenuto per uso personale;

Infine, un impiegato folignate è stato trovato in possesso di 30 orologi di prestigiosi marchi quali Rolex, Cartier, Vacheron Constantin, Patek Philippe, Panerai, Tudor, IWC ed Ademars Piguet.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ventiquattro di tali orologi sono risultati assolutamente falsi, gli altri, di notevole valore, invece, sono autentici e sono in corso accertamenti per verificarne la provenienza che, allo stato attuale, è dubbia. L’impiegato, per il momento, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Perugia per i delitti di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e ricettazione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Spettacolo in cielo, le Frecce Tricolori sorvolano Perugia: ecco l'orario

  • Le Frecce Tricolori nei cieli di Perugia, domani il grande giorno per ammirare la pattuglia acrobatica

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

  • LA LETTERA al sindaco. Ordinanza: "Non si interviene così: chi ha sbagliato paghi ma senza penalizzare noi commercianti"

  • Ad Umbertide apre un nuovo supermercato: 450 mq e una linea di prodotti tutta made in Umbria

Torna su
PerugiaToday è in caricamento