menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quante bufale e sciacallaggio politico sui container ai terremotati: tutta la lista dei falsi miti

Facciamo chiarezza sulla gestione, l'assegnazione, la divisione degli spazi nei futuri container collettivi che saranno immessi a Norcia, Cascia, Preci e Monteleone.

Voci, ipotesi, strumentalizzazioni politiche, cartelli esibiti al vento ma la realtà sui container collettivi è decisamente diversa da come la si racconta dopo un vago sentito dire in giro. Siccome stiamo parlando di famiglie e anziani soli (che dovranno vivere nei container dai 7 ai 9 mesi) abbiamo voluto sfatare - sentita la Protezione Civile, la Regione dell'Umbria, il Commissario Errani e il comune di Norcia - un po' tutti quei luoghi comuni che alimentano la polemica e non aiutano certamente i terremotati che hanno perso quasi tutto nel sisma del 30 ottobre scorso.   

1) I container non saranno a dimensione di famigliaFALSO! Nel singolo modulo saranno immessi fino 4 posti letto, In caso la famiglia sia formata da due o tre componenti non saranno aggiunti ospiti esterni per coprire anche i posti mancanti. Il reparto notte dei villaggi prefabbricati rispecchierà le famiglie che fanno richiesta. Se i componenti saranno più di 4 verrà assegnato un altro modulo sempre senza la presenza di altri estranei. Lo spazio è di 15 metri quadri ed è diviso in due locali per garantire un minimo di intimità.

2) I container sono la dimostrazione che la Regione e il Governo vogliono portare via le famiglie dai luoghi terremotati scoraggiandoli con delle sistemazioni collettive. FALSO! I container si sono resi necessari per andare incontro alle oltre 2mila persone che non vogliono né andare in albergo fuori dal cratere del terremoto o che non hanno accettato l'assegno di autonoma sistemazione prendendo una casa in affitto. Proprio per asseconadare questi cittadini si è deciso di immettere i container il prima possibile per poi smantellarli quando le casette di legno saranno state acquistare e rese disponibili. Uno sforzo economico e logistico in più - fortemente voluto dalla Regione dell'Umbria - per evitare lo spopolamento della montagna. 

3) I Campi container non avranno servizi a sufficienza. FALSO.  Gli spazi collettivi prevedono una grande cucina gestita dalla Protezione Civile, una sala mensa, delle aule studio e televisione e si cercherà persino di ricreare degli spazi verdi da adibire a a mini-giardini e mini-orti. 

4) I bagni saranno collettivi. VERO! Purtroppo è questa la grande scomodità dei villaggi prefabbricati che dovrebbero restare in pieni al massimo nove mesi. Docce, bagni e lavandini in comune modello campeggio o colonia. Non è certo il massimo della vita ma chi ha deciso di restare sa bene che dovrà rinunciare ad alcune comodità. 

5) Era più logico mettere le casette di legno da subito; questa è la dimostrazione del fallimento di questa fase dell'emergenza dedicata all'accoglienza. FALSO! L'acquisto delle casette di legno è vincolato ad un aspetto fondamentale: sapere con esatezza quante case sono realmente inagibili, parzialmente inagibili oppure sono sane o bastano pochi lavori per rimetterle in piedi. Detto questo si deve conoscere il numero dei richiedenti delle casette di legno dato che i cittadini possono usufruire del contributo di autonoma sistemazione (prendere casa in affitto). Solo dopo queste due operazioni, attualmente in corso con squadre di tecnici in prima linea, si potrà fare una ordinanza, tramite gara, delle casette di legno. Senza container gli sfollati sarebbero rimasti nelle tende oppure a spese loro dovevano acquistare roulotte e camper. 

6) Non in tutti i borghi devastati dal terremoto avranno il campo container di riferimento. VERO! Ma si cercheranno soluzioni a metà strada per  quei borghi che logisticamente (essendo stati edificati) sulla montagna non hanno spazi dove piantare un mini-villaggio fornito di tutto. Mentre con le casette di legno la situazione dovrebbe migliorare: previsti anche strutture in aree sparse.        ,                                    

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento