Cronaca

Contagi e Ospedale di Perugia, non ci sono più focolai attivi: dall'isolamento ne rientreranno una 50ntina

Il direttore generale dell'Azienda Ospedaliera di Perugia, Marcello Giannico, ha fatto il punto sulla pandemia che di nuovo era tornare a mordere il nosocomio perugino

Buone notizie arrivano direttamente dall'Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia dopo i contagi delle settimane scorse che hanno provocato forti problemi sia a pazienti che operatori sanitari. Le quarantene hanno rischiato di far saltare il banco a causa del personale già insuffciente e del boom dei ricoveri per Covid. Bloccate anche molte attività fondamentali per la sanità extracovid. Il clima per fortuna è cambiato e sta cambiato. Il direttore generale dell'Azienda Ospedaliera di Perugia, Marcello Giannico, ha confermato che ad oggi non ci sono più focolai in ospedale, dopo che tutti i positivi e i soggetti a rischio sono stati isolati. "Non ci sono più cluster in ospedal: da due settimane non si rilevano più contagi tra gli operatori sanitari. Inoltre il vaccino somministrato sta dando decisamente risultati importanti. Tra la fine della settimana e l'inizio di marzo torneranno in servizio anche una cinquantina di operatori sanitari che riprendono servizio dopo essere stati contagiati dal Coronavirus. Quasi tutti o a sintomatici o paucisintomatici".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contagi e Ospedale di Perugia, non ci sono più focolai attivi: dall'isolamento ne rientreranno una 50ntina

PerugiaToday è in caricamento