menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Patatràc in consiglio comunale: salta la gestione dei palazzetti e Santa Giuliana, tutto da rifare

Un consiglio comunale surreale, fatto di urla, di schemi saltati, di accuse importanti ai dirigenti comunali, dell'assessore che ammette che si deve ricominciare da zero. Ma ora fare presto e fate bene... gli impianti sportivi hanno bisogno di un rilancio e di una riqualificazione certa

Sci-vo-lo-ne. Mamma mia che scivolone. Ma qualcuno potrebbe aver agevolato la caduta con un po' di sapone? Non certo l'opposizione (dal Pd al Movimento 5 Stelle che avevano avvertiti quelli della maggioranza ). Dai banchi del centrodestra ma anche delle liste civiche si punta il dito chiaramente verso quei dirigenti che non avrebbero avvisato, spiegato, consigliato.  Anzi. Ma queste sono teorie. Le certezze sono queste: non è stato possibile votare in consiglio comunale la pratica che avrebbe permesso di riportare in "casa" la gestione degli impianti sportivi come il Palaevangelisti, Palazzetto Pellini e lo stadio del Santa Giuliana dopo una gestione affidata a privati che ha sollevato polemiche nel giro di poco tempo. Una gestione in "house" anche per via di investimenti importanti e strutturali previsti dal Comune anche grazie ai fondi della Regione.

L'atto fortemente voluto dalla Giunta comunale si è arenato nella maniera peggiore: non ha previsto i tempi tecnici per gli emendamenti. E tutto questo dopo una discussione infinita nelle varie commissioni (anche chiamate in maniera congiunta). L'assessore Prisco, dopo aver subito migliaia di interventi in aula, alla fine ha potuto parlare ribadendo chiaramente: "Mi assumo la responsabilità di quello che è successo. Vorrà dire che dovrò iniziare a studiare anche diritto amministrativo (ironico... chiaro l'attacco ai dirigenti colpevoli, secondo la maggioranza, di non aver dato supporto su aspetti tecnici) per evitare queste situazioni. Ma detto questo: si ritira tutto, si ricomincia da zero tornando nelle commissioni. Se mi aveste fatto parlare prima avremmo risparmiato un'ora e mezzo di dibattito surreale".

Sulla gestione degli impianti sportivi si ricomincia da zero. Punto e basta. Ma occhio. Secondo il Movimento 5 Stelle c'è un altro problema che la Giunta e la maggioranza avrebbero dimenticato: prima dell'iter per l'affidamento va cambiato il regolamento che non prevede una gestione del comune in fatto di strutture sportive. Un motivo semplice ma che potrebbe far saltare di nuovo il banco, almeno secondo la Rosetti, se non preso in considerazione. Infine, va sottolineato il doppio scivolone dei consiglieri di maggioranza: aver votato no al rinvio in commissione nonostante i problemi palesi del testo. Perchè? Semplice: per non darla vinta alle opposizioni. Il tutto però è stato sbloccata grazie all'ammissione di cancellare tutto da parte dell'assessore.

Chi purtroppo ci perde in questo scivolone sono gli impianti sportivi di Perugia e chi ne usufruisce. Altra attesa per sapere chi gestirà e chi rilancerà impianti che non sono messi bene. Basti pensare al Pellini e al Santa Giuliana. Che sci-vo-lo-ne!!!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento