menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La svolta di Perugia sui rifiuti, nasce un Osservatorio che dà più poteri ai cittadini

I cittadini di Perugia potranno controllare più da vicino la gestione dei rifiuti in città. La piccola svolta è stata votata dal consiglio comunale che ha approvato la proposta e il regolamento attuativo del nuovo Osservatorio sul servizio di igiene urbana che porta la firma del Movimento 5 Stelle. Ma come funziona un Osservatorio sui rifiuti? Scopo dell’Osservatorio è di supportare le politiche in materia di gestione dei rifiuti tramite: monitoraggio delle attività comunali e del gestore, proposte per la riduzione dei rifiuti, pianificazione centri riuso, analisi delle voci di costo per abbattere la tariffa, elaborazione proposte per il passaggio progressivo alla tariffa puntuale, monitoraggio permanente del servizio.

E' composto di massimo 15 membri, tra cui il Sindaco o suo delegato, un consigliere rappresentante della maggioranza, un rappresentante per opposizione, rappresentanti di associazioni di cittadini attivi, aventi la propria sede nel territorio del
Comune di Perugia, il che permetterà all’Osservatorio di agire in costante rapporto con l’amministrazione, in un dialogo sempre aperto anche con la cittadinanza.

“Siamo riusciti a fare di questa proposta un atto condiviso tra Giunta e Consiglio -ha spiegato Rosetti nel presentare l’atto in assemblea- premessa fondamentale per fare dell’Osservatorio stesso uno strumento partecipativo in materia di rifiuti, essenziale alla città, oggi più che mai. Alla luce della situazione attuale del servizio -ha proseguito- è evidente che abbiamo la necessità di riorganizzare il servizio ed è fondamentale che i cittadini debbano avere voce in capitolo. Ringrazio il Vice Sindaco Barelli -ha concluso Rosetti- per aver voluto dare gambe all’Osservatorio e lo invito, da qui in avanti, a far si che esso possa lavorare in maniera efficace, per avviare davvero una fase nuova della gestione dei rifiuti.”

Per Angela Leonardi, capogruppo di Crea Perugia, ha ribadito come l’atto vada nella direzione intrapresa dall’amministrazione dell’economia circolare e della strategia rifiuti zero, con conseguenze indubbiamente positive per i cittadini. “Riteniamo -ha detto- che l’Osservatorio sia uno strumento indispensabile di partecipazione e di confronto con i cittadini e le modifiche apportate alla proposta originale, grazie alla collaborazione tra la Giunta e la proponente, consente al consiglio tutto di
approvare quello che si mostra come uno strumento fondamentale nell’ambito della gestione dei rifiuti.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento