menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Condominio violento, minaccia di defenestrare il vicino e poi lo colpisce alla testa

Condannato per lesioni, tramite patteggiamento, a sei mesi con pena sospesa

Il condominio può diventare un luogo pericoloso, con episodi di violenza, di minacce e di odio malcelato. La riunione di condominio, a volte, si trasforma in campo di battaglia, tra rancori e vendette da consumare.

Può accadere, ad esempio, che l’astio e l’antipatia covati a lungo, incontrandosi sulle scale o in ascensore, lamentandosi per un parcheggio scomposto, divampino in tutta la loro forza trasformandosi in minaccia di gettare dalla finestra il vicino odiato oppure aggredendolo e spaccandogli la testa.

Ed è quello che è successo in un condominio di Perugia, con un lungo strascico in tribunale, chiuso solo con un patteggiamento a sei mesi di reclusione, con pena sospesa per l’imputato, difeso dall’avvocato Franco Libori. La vittima dell’aggressione si era costituita parte civile tramite l’avvocato Luca Gentili.

Secondo la denuncia l’imputato avrebbe prima minacciato di far volare giù dalla finestra il condomino, desistendo poi dall’intento per colpire alla testa l’avversario, procurandogli profonde lesioni. Per le quali è finito sotto processo ed è stato condannato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento