menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Condannato pusher "incallito", ora è indagato per la morte da overdose di un suo cliente

Accolto il patteggiamento a un anno e dieci mesi per spaccio, ma rimane indagato a piede libero per la morte di un giovane di Sansepolcro a cui avrebbe ceduto la dose killer

E' stato arrestato e processato per spaccio, ma ora dovrà difendersi anche dall'accusa di aver ceduto la dose fatale che è costata la vita ad un giovane di Sansepolcro, deceduto il 10 giugno a seguito di una overdose che non gli ha lasciato scampo. Oggi l'imputato, un rumeno di 23 anni  che vive a Perugia, è stato condannato a un anno e dieci mesi per spaccio a seguito del patteggiamento accolto dal giudice Loschi, ma rimane indagato per il reato di "morte o lesioni come conseguenza di altro delitto" dopo che la procura di Arezzo ha aperto un fascicolo a suo carico. Il 23enne (difeso dagli avvocati Panzarola e Giorni) è stato arrestato il 28 giugno e trattenuto nella Camera di sicurezza della tenenza di Sansepolcro in attesa del giudizio direttissimo presso il tribunale di Perugia, la stessa città dove avrebbe avuto la maggior parte degli acquirenti a cui cedere le dosi di cocaina. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento