menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Concorsi in comune bloccati, passa la proposta Cesaro: "Assunzioni a tempo determinato per la Fase 2"

A Perugia si è passati da 1500 dipendenti a mille e altri pensionamenti sono in arrivo

L'amministrazione comunale, dopo i pensionamenti e i mancati rimpiazzi negli ultimi anni, ha previsto un piano di assunzioni spalmato nel tempo di 60 nuove unità. Ma la pandemia ha bloccato tutti i concorsi in essere e l'iter è lungo da sbloccare. Il personale è passato da 1500 dipendenti dei tempi passati agli attuali 1000 e nelle prossime settimane ci sarà un ulteriore decremento per via di nuovi pensionati. In soccorso, ma è da vedere la copertura economica a disposizione, è arrivato l'ordine del giorno (approvato in commissione) del consigliere comunale di Forza Italia, Michele Cesaro, che prevede assunzioni a tempo determinato per fronteggiare la ripartenza dell'economia a Perugia dopo l'emergenza coronavirus.

"Il motivo della mia richiesta - ha spiegato dopo l'approvazione Cesaro - nasce dall’attenzione alla “macchina comunale”, ad eliminare le criticità degli organici, dovute alla compressione subita in questi ultimi anni, creando ovvie difficoltà ai dipendenti che, nel caso emergenza Covid 19, sono ancora più evidenti e da rimuovere. Con l’occasione, il mio invito è stato quello di fare della programmazione delle nuove assunzioni a tutti i livelli, sia dirigenziali che non dirigenziali, una modalità di risposta rapida alle esigenze del pubblico, inteso come comunità locale. La pubblica amministrazione deve ritrovare il vigore necessario all’azione amministrativa, non ascoltando il suono ovattato della burocrazia, ma ogni espressione della società, ovvero, tutti coloro che rappresentino un’occasione per implementare risorse e velocizzare le risposte a reali priorità”.

La proposta è stata apprezzata dall'assessore Luca Merli che la presenterà in sede di Giunta, in attesa del via libera del consiglio comunale: "Negli ultimi anni c’è stata una forte riduzione del numero dei dipendenti, oggi pari a poco più di mille unità e destinati a ridursi ancora di circa 50 unità. Ciò rischia di determinare alcuni disservizi. A fronte di ciò l’Amministrazione ha provveduto ad una decisa riorganizzazione delle risorse umane che ha consentito di riequilibrare le varie unità operative in sofferenza. Vi è però la necessità di reinserire personale tanto è vero che sono previste, per il Comune, assunzioni nell’ordine delle 60 unità nell’attuale e prossima annualità. A tal proposito alcuni concorsi erano già stati avviati, ma risultano bloccati a causa della pandemia in atto". Merli ha poi accolto con favore l’invito di Cesaro di ricercare fonti per poter inserire nuove risorse umane in tempi rapidi per far fronte alle necessità legate all’emergenza sanitaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento