Cronaca Centro Storico

L'INTERVENTO Lasciateci cantare nel salotto buono di Perugia: "Sono solo canzonette"

Il Concertone di Radio Subasio - che decine di città avrebbe pagato per averlo - ha sollevato le polemiche. Hanno cambiato idea persino chi gridava allo scandalo per la fine del concerto del 10 agosto e per chi ha ballato "ai tempi belli" la disco con Dj Ralf in Piazza IV Novembre. Basta impresari di partito...

Lasciateci cantare in centro storico, nel salotto buono, nel cuore di Perugia. Lasciateci divertire per un compleanno speciale, 40 anni di una Radio Umbra che si è imposta dal centro al sud del Paese. Che sia festa e lasciate stare la solita diatriba politica tra bianchi e neri, tra quelli di "meglio oggi" o "era meglio prima". Sono solo canzonette avrebbe cantato il grande Bennato mettendo all'angolo gli "impresari di partito". Per carità rispettabilissime le critiche, le paure per il salotto buono, l'ipotesi di un concertone che era meglio da fare al Santa Giuliana. 

Ma molti di quelli che ora criticano sui social il concertone di Piazza IV Novembre sono gli stessi che hanno sparato a zero sul mancato palco e concerto per il 10 agosto, la notte del patrono San Lorenzo, cancellata con altre attività spalmate in centro storico appena insediata la nuova giunta Romizi. Si disse, come scusante allora da Palazzo dei Priori: niente mega-palco per rispetto del Duomo e della funzione religiosa". E vennero giù critiche di tutti i tipi (a giusta ragione). 

E ancora: come mai molti di quelli che ora critica ballarono, insieme a noi, fino a notte fonda in centro per il super-concerto (un vero capolavoro per gli amanti del genere) del peruginissimo e icona internazionale Dj Ralf ospite di una Umbria Jazz di qualche tempo fa?

I rischi di un concertone di piazza - dove è impossibile capire quanta gente parteciperà - sono alti ma sono due settimane che Prefettura, Questura, Comune e Carabinieri stanno studiando un piano per far andare tutto, si spera, per il verso giusto. Mettere in discussione questo concerto, fa mettere in discussione in prospettivo anche il mito (guai a toccarlo... è ormai la colonna sonora di Perugia nel mondo) di Umbria Jazz (con i suoi palchi in piazza) e dei grandi eventi. Il centro storico può permettersi di essere sia il salotto buono (Festival del Giornalismo, Encuentro e altri mille festival di cultura) che il mega contenitore per gli eventi popolari (Umbria Jazz, Eurochocolate, il Palio di Perugia). L'unica cosa che non può più permettersi è.. di essere lasciato solo, in balia dei clan della droga. Per questo lasciateci cantare... sono solo canzonette.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'INTERVENTO Lasciateci cantare nel salotto buono di Perugia: "Sono solo canzonette"
PerugiaToday è in caricamento