menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La visita, il rabbino Pacifici: "Funerale di Priebke? Alto rischio raduni dei nipotini di Hitler"

Visita alla città e in una scuola del Presidente della comunità ebraica di Roma e Perugia, Riccardo Pacifici: "Proporrò Perugia come città capofila per la giornata per la cultura ebraica per il 2014, dobbiamo costruire gli anticorpi per presente e futuro"

Dalla candidatura a capitale della cultura 2019 passando per una nuova possibilità che vedrebbe la città di Perugia capofila per il 2014 della cultura ebraica. Idea del Presidente della comunità ebraica di Roma e di Perugia, Riccardo Pacifici in visita a Perugia invitato dal segretario Pd Parlavecchio per parlare in una scuola dei temi della cultura ebraica, dell'integrazione e della multiculturalità: "Mi farò promotore verso l’Unione delle comunità ebraiche italiane per fare di Perugia città capofila della prossima giornata della cultura ebraica che si tiene ogni anno a settembre".

Prima di incontrare i ragazzi il presidente ha salutato la città dalla sala della Vaccara, occasione per dare un nuovo messaggio di multiculturalità che faccia conoscere la comunità ebraica nella sua millenaria storia e non solo per la Shoah: "se mi chiedono di scegliere tra ricordare la Shoah o la nostra cultura millenaria, non me ne vogliano i morti e i sopravvissuti, io scelgo la seconda. La Shoah è stata una parentesi, per quanto tragica, della storia del popolo ebraico per superare le sacche ancora esistenti di antisemitismo bisogna che ci sia uno scambio tra le culture e anche la nostra comunità, per quanto piccola deve agire per costruire gli anticorpi per il presente e il futuro".

Oltre a Parlavecchio è intervenuto anche il sindaco Boccali che ha voluto sottolineare come la città di Perugia sia un'ottimo esempio di convivenze di culture diverse: "in città sono ben 58 le comunità straniere questa diversità è una grande risorsa che stiamo cercando di portare avanti anche con il riconoscimento della cittadinanza per quei figli degli stranieri nati a Perugia".

Non poteva mancare poi, visti i fatti recenti, una parola da parte del Presidente Pacifici sulla morte del boia delle Fosse Ardeatine, Erich Priebke: "Siamo molto contenti che le autorità non abbiano autorizzato l'uso di luoghi pubblici per i funerali, non abbiamo nulla contro una sepoltura in forma privata, ma anche in questo caso la decisione del sindaco di Roma è stata chiara. Confidiamo nel lavoro delle forze dell’ordine perché non ci siano raduni che possano trasformarsi in una ghiotta occasione per nostalgici e nipotini di Hitler".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento