Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Comune, tutto pronto l'intitolazione di una via a Quattrocchi. Cittadinanza al Cardinale Bassetti, esulta Progetto Perugia. "Ora il voto in Consiglio"

Ricci (Lega): " Quattrocchi è un esempio di straordinario valore, eccezionale coraggio e attaccamento alla patria che assume una valenza ancora più importante in un momento come quello attuale di grave difficoltà"

Fabrizio Quattrocchi fu rapito e ucciso dai terroristi islamici in Iraq. Prima di morire non si piegò alle pressioni dei propri cercerieri e con fierezza accetto il martirio dicendo: "Vi faccio vedere come muore un italiano". A lui la città di Perugia intitolerà una rotatoria a nome di Fabrizio Quattrocchi, tra via Trattati di Roma e Strada Olmo Ellera. L’inaugurazione ci sarà giovedì 14 aprile alle 12, in occasione del 18° anniversario della sua morte avvenuta in Iraq per mano dei terroristi islamici, solo perché italiano e cristiano. All’inaugurazione parteciperanno il sindaco Andrea Romizi, l’assessore delegato Edi Cicchi e il vicepresidente del Consiglio comunale di Perugia della Lega Roberta Ricci da cui era partita l’iniziativa.Nel 2006 il Presidente della Repubblica Carlo Azelio Ciampi conferì a Quattrocchi la medaglia d’oro al valor civile in quanto “Vittima di un brutale atto terroristico rivolto contro l'Italia, con eccezionale coraggio ed esemplare amor di Patria, affrontava la barbara esecuzione, tenendo alto il prestigio e l'onore del suo Paese”.

“Esprimo grande soddisfazione per l’accoglimento della mia proposta – spiega il consigliere Ricci – Quattrocchi è un esempio di straordinario valore, eccezionale coraggio e attaccamento alla patria che assume una valenza ancora più importante in un momento come quello attuale di grave difficoltà, sia per l’uscita dalla emergenza sanitaria che per quella legata alla guerra in cui il popolo italiano sta dimostrando grande  compattezza e reazione”.

LA CITTADINANZA - "Ci rallegriamo molto per la proposta unitaria, da parte di tutti i gruppi del Consiglio Comunale di Perugia, di conferire la cittadinanza onoraria a sua Eminenza Cardinale Gualtiero Bassetti, Cardinale e Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, così come prevede lo Statuto del nostro Comune per personalità italiane e straniere che abbiano acquisito meriti particolari nei confronti della Città". Lo ha affermato il gruppo Progetto Perugia che ribadisce come la nomina attuale rientra a pieno ad una figura come quella del Cardinale Gualtiero Bassetti, del quale da poco è ricorso l’80° compleanno e che si appresta quindi a lasciare il servizio alla nostra Diocesi dopo quasi 13 anni. Progetto Perugia auspica ora un voto favorevole in consiglio comunale per ratificare il provvedimento: "Riteniamo che lo stile messo in pratica dal Cardinale Bassetti sia stato apprezzato dall’intera città, indipendentemente dalla professione di fede personale di ciascuno, ma proprio in virtù di questa indole “civica” e rivolta all’umanità del nostro tempo, con i suoi bisogni e necessità. Per questo auspichiamo un voto unanime nella seduta consiliare odierna, su questo atto di conferimento della cittadinanza onoraria al Card. Bassetti, proprio come riconoscimento di una cittadinanza grata per la sua cura e paternità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune, tutto pronto l'intitolazione di una via a Quattrocchi. Cittadinanza al Cardinale Bassetti, esulta Progetto Perugia. "Ora il voto in Consiglio"
PerugiaToday è in caricamento