menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porta Pesa, scuole e caos traffico: "Paletti e divieti di sosta peggiorano la situazione"

Ordine del giorno del Movimento 5Stelle: "Servono misure urgentissimi, sindaco e giunta provvedano subito"

La situazione a Porta Pesa? E' nel caos. E i “numerosi divieti di sosta e di fermata presenti davanti alle scuole non consentono in alcun modo di lasciare l’auto anche solo per pochi minuti, tempo necessario per accompagnare e riprendere i propri figli dai plessi scolastici”. Così il consigliere comunale a Perugia del Movimento 5Stelle, Stefano Giaffreda, presenta un ordine del giorno “che impegna il Sindaco e la Giunta ad adottare misure urgentissime finalizzate a garantire la sicurezza e il transito di veicoli e pedoni nelle vie che servono le scuole del centro storico di Perugia, con particolare riguardo alla zona di Porta Pesa”.

Spiega Giaffreda: “Le recenti misure adottate, ovvero quella della chiusura di Corso Bersaglieri e quella della installazione di paletti dissuasori di sosta davanti alla scuola Santa Croce di certo non agevolano una situazione già piuttosto congestionata”. 

Il consigliere specifica che l’ordine del giorno ha lo scopo “di chiedere una pronta soluzione all’amministrazione che deve trovare un punto di equilibrio tra l’esigenza di impedire la sosta selvaggia e in generale l’ordine della viabilità nelle zone interessate dall’ingresso e uscita dalle scuole e la necessità per i genitori di poter accompagnare i propri figli a scuola in condizioni non proibitive e in totale sicurezza”.Insomma, “è evidente che la mobilità pubblica in quelle zone è del tutto insufficiente e non vi sono di fatto misure alternative soddisfacenti (navette, punti di raccolta dei bambini ecc.) delle quali possano avvalersi i genitori interessati”.

Il consigliere evidenzia “che la maggior parte dei plessi ospita bambini molto piccoli (asilo nido, scuola materna, scuola primaria) la cui presenza impone all’amministrazione una soluzione che vada incontro il più possibile alle famiglie pur rispettando i vincoli della corretta viabilità delle zone interessate. Seppur con buoni propositi, ogni qual volta si interviene in modo incisivo sulla viabilità pubblica non si può pensare solo ai problemi che si vorrebbero risolvere ma prevedere le possibili conseguenze e contestualmente cercare soluzioni compatibili con le scelte adottate. Nell’adottare misure di impatto sulla viabilità quali la chiusura di una strada e l’installazione di dissuasori della sosta in zone prossime alle scuole l’amministrazione non poteva non prevedere il caos che ne sarebbe conseguito e studiare per tempo misure idonee a garantire l’equilibrio tra le diverse esigenze”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento