menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Comune ascolta cittadini e aziende. Stop file e perdite di tempo: multe e permessi Ztl si pagano online

Perugia Digitale non è più uno slogan della Giunta Romizi ma è una promessa mantenuta che sta prendendo forma giorno dopo giorno. Basta file agli uffici. Basta sprechi. Pagamenti online, procedure semplice e immediate ricevute e lasciare passare temporaneo per accedere nelle zone di Ztl (100 richieste al giorno)

La rivoluzione digitale a favore dei cittadini e delle imprese non è un semplice slogan dell'amministrazione Romizi, ma è una promessa mantenuta che sta prendendo velocemente forma, servizio dopo servizio. E tutto questo anche grazie alla linea internet ultra-veloce - Perugia è stata scelta come città campione - che permette di avviare prodotti nuovi tramite il portale del Comune. 

LA MULTA SI PAGA ONLINE: ECCO COME - Due nuovi servizi digitali sono stati presentati questa mattina e sono da considerarsi fondamentali per tutti i residenti, gli studenti universitari, lavoratori pendolari e aziende. Da oggi le multe potranno essere pagate direttamente online. Basta bollettini e file alla posta o in banca. Basta andare sul sito www.comune.perugia.it, sulla home appare il quadratino servizi digitali si clicca e alla pagina successiva si deve selezionare "servizi per i cittadini" e poi la voce "Infrazioni codice della Strada". 

Basterà inserire codice fiscale, numero di targa, numero verbale e data di emissione e così apparirà sullo schermo la multe da pagare con tanto di riepilogo. Il pagamento può esserre effettuato con carta di credito, di debito, prepagata, bonifico online. La ricevuta arriverà via mail e ovviamente è da conservare. Il tutto molto semplice e lo si puà fare comodamente da cellulare o dal Pc dell'ufficio o di casa. 

ONLINE ANCHE LA RICHIESTA E PAGAMENTO DELLA ZTL TEMPORANEO - Per la richiesta dei permessi ZTL giornalieri, invece, è necessario registrarsi preliminarmente al Sistema di gestione di identità digitale. Quindi si accede alla schermata che dà la possibilità di richiedere il permesso per un veicolo già censito o di aggiungere un veicolo diverso. In questo secondo caso si dovranno inserire i dati nel nuovo veicolo per permettere al sistema di censirlo e di creare un QRCode di autorizzazione per quel veicolo.

Il sistema dà anche la possibilità di stampare il QRCode, che dovrà essere esposto sul veicolo per il controllo da parte della Polizia Municipale. Non è però necessario stampare il QRCode ad ogni richiesta di accesso, perché tramite un’apposita App, il personale addetto al controllo delle autorizzazioni potrà verificare direttamente sul numero di targa del veicol stesso, tramite smartphone, i dettagli e la corrispondenza della richiesta online. Allo stessP modo, sarà possibile verificare l’autorizzazione anche qualora l’utente non sia in grado di stampare il QRCode prima dell’accesso al varco Ztl.

In questo modo, si garantisce a chiunque ne abbia fatto richiesta online di accedere anche in caso di mancata stampa del QRCode, e al tempo stesso si evitano falsificazioni o frodi nel permesso di accesso stampato. Anche nel caso dei permessi ZTL il sistema di pagamento è analogo a quello sopra descritto per le multe. 

LA GIUNTA - “Oggi è stato fatto un grosso passo avanti per favorire l’accessibilità del centro storico” ha spiegato l'assessore al commercio Cristiana Casaioli "Un servizio importante anche per l’impatto in termini di risparmio di tempo sia per gli uffici che, soprattutto, per gli utenti, se si considera l’elevato numero di permessi finora rilasciati, pari a oltre 100 al giorno. In pratica, i cittadini potranno pagare le multe e richiedere i permessi Ztl giornalieri semplicemente accedendo al portale dell’ente www.comune.perugia.it, entrare nell’area Servizi digitali e scegliere il servizio di interesse".

Soddisfatto lo stratega dell'amministrazione comunale del progetto di Perugia Digitale che è ormai diventato una realtà: “La nostra vocazione è per una digitalizzazione spinta che favorisca una funzionalità dei servizi, nell’ottica di un rapporto sempre più semplificato tra Pubblica amministrazione e cittadini. Quello dei pagamenti online è stato da sempre –ha proseguito- un tema molto sentito e al quale abbiamo lavorato sia internamente con i nostri tecnici, che con i tecnici del sistema unico regionale PagoUmbria al quale ci siamo allineati”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento