Comune di Perugia, primo sì alla cittadinanza al superstite dell'Olocausto, Sami Modiano

La proposta di Fratelli d'Italia. "Un modo per sottolineare ancora il convinto no della città di Perugia all’antisemitismo e ad ogni altra forma di razzismo"

Approvata la mozione di Fratelli d'Italia in commissione, a Palazzo dei Priori, per assegnare la cittadinanza onoraria a Samuel, detto Sami, Modiano, per tutto ciò che la sua vita ha rappresentato, per il legame con Perugia, per l’impegno profuso e ancora da realizzare, per il racconto e la condivisione con i giovani della nostra città. Sami Modiano è un superstite dell'Olocausto, sopravvissuto al campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau, amico fraterno di Piero Terracina, conosciuto proprio durante la prigionia nel lager nazista e con il quale portava avanti l’impegno verso i giovani per far loro conoscere le atrocità dei campi di sterminio. Nel 2005 proprio il vecchio amico Piero Terracina lo convinse ad accettare l'invito dell'allora Sindaco di Roma Walter Veltroni a prendere parte ad un viaggio ad Auschwitz organizzato per gli studenti dei licei romani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da allora, Modiano si dedica a far conoscere la sua esperienza ai ragazzi nelle scuole medie e superiori. “Nel 2017 - ha ricordato il consigliere Befani, illustrando la proposta – Modiano è stato protagonista a Perugia, insieme allo stesso Terracina –in occasione del conferimento della cittadinanza onoraria a quest’ultimo- di un incontro memorabile con centinaia di giovani di diverse scuole perugine, in cui per la prima volta parlò di fronte ad un così grande pubblico. Riteniamo, pertanto, -ha proseguito Befani- che il legame fra la città di Perugia e Sami Modiano sia già affermato e che il conferimento anche a lui della cittadinanza onoraria di Perugia, dopo quello a Terracina e quello, approvato di recente, alla senatrice Liliana Segre, sia un modo per sottolineare ancora il convinto no della città di Perugia all’antisemitismo e ad ogni altra forma di razzismo.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un borgo umbro tra i 20 paesi più belli d’Italia del 2020 scelti da Skyscanner

  • INVIATO CITTADINO Alle sei del mattino due giovanissimi dormono davanti alla vetrina di un negozio: chiamata la Polizia

  • Linea Verde Life fa tappa a Perugia ed elogia l’Antica Latteria di via Baglioni (le immagini)

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Occhio allo smishing, la nuova truffa svuota conto corrente: basta rispondere ad un sms

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento