menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Per mandare avanti l'attività si "allaccia" abusivamente al gas: commerciante denunciata

La donna, per continuare a lavorare con la sua attività, aveva tolto i sigilli al contatore ma l'azienda si è accorta dei metri cubi di gas consumati e l'ha denunciata

Una commerciante di Bastia Umbria è stata accusata di furto ai danni di una azienda distributrice di gas. Tutto inizia quando, per una morosità da parte della cliente, i tecnici preposti decidono di mettere i sigilli al contatore, ma la donna, avendo una attività da gestire e da mandare avanti, decide comunque di riattivare abusivamente l'erogazione del gas. 

La manovra non è però sfuggita alla azienda fornitrice, che ha provveduto a denunciare la cliente per furto di svariati metri cubi di gas. Per la donna-difesa dall'avvocato Stafficci, si è aperto così un procedimento penale per furto con l'aggravante dell'esposizione a pubblica fede.  La commerciante aveva mandato anche una lettera all'azienda per manifestare la volontà di risarcire la somma, ma non è stata ascoltata. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento