menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

E' perugino il principe dei collezionisti di biciclette antiche: cento pezzi rarissimi

Ha da sempre la passione per il collezionismo, con un’irrefrenabile propensione per le bici d’epoca. Si chiama Isidoro Biscarini, vive a Castel del Piano e da oltre trent’anni fa sacrifici per comprare prototipi di biciclette speciali

Ha da sempre la passione per il collezionismo, con un’irrefrenabile propensione per le bici d’epoca. Si chiama Isidoro Biscarini, vive a Castel del Piano e da oltre trent’anni fa sacrifici per comprare prototipi di biciclette speciali. È uno dei maggiori collezionisti privati a livello europeo. Ha messo insieme un centinaio di pezzi rarissimi. Alcuni unici. Oltre al colossale velocipede a rotone anteriore, non potevano mancare i carrozzoni, gioia e delizia dei ragazzi di un tempo. Ma anche le biciclettine dei bambini e quelle militari ripiegabili, in dotazione ai paracadutisti tedeschi. 

Dall'arte alla cultura, fino alla scienza: le grandi imprese di un eroico perugino 
Da poeta in lingua perugina a "Cavaliere del Millennio per la Pace"

I pezzi più forti? I classici: la bici del lattaio e quella dell’arrotino, ma anche il rarissimo complesso a pedali per la disinfezione. Eccezionale la bicicletta dell’ostetrica, con tanto di speculo, divaricatore, pompetta da clistere per la puerpera e per il bambino, set di disinfezione, rasoio depilatorio, violetto di genziana. Un vero spettacolo la bici del prete. Oltre al breviario e alla cotta, l’olio santo per i moribondi, la corona, l’incensiera, lo “spàrguolo” (aspersorio) per le benedizioni, le ostie e il piattino per la comunione. Il set da barbiere ambulante (da stazione ferroviaria) contiene non solo rasoi, specchio, pettini, pennello e macchinette, ma anche spruzzatore, colonie e saponi, calendarietti, stoffe per pannicelli, set da lavaggio per la testa. Insomma: la raccolta di Isidoro va oltre ogni possibile immaginazione. 

E i costi? “Certo, sono sacrifici!”. Ma aggiunge: “È un mercato anomalo: può essere molto caro o anche economico, ma prevede una lunga contrattazione. Occorre avere pazienza, poiché è difficile comprare, ma anche vendere. Chi, se non un ‘matto’ come me, potrebbe investire in questo settore?”. Una delle mostra nel territorio è stata tenuta nella sede della società operaia durante la festa “In…contriamoci a Mugnano”. Un successo. Isidoro Biscarini colleziona anche motociclette: è nelle sue mani l’archivio storico della moto “Perugina”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento