menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La voce delle frazioni, è scontro tra l'Arci e l'amministrazione comunale: "Diremo a tutti quelle che accade"

Motivo del contendere i lavori urgenti per il CVA di Collestrada. Ma lo scontro arriva da lontano

E' ormai scontro pubblico tra il Circolo Arci Collestrada e l'amministrazione comunale dopo l'ultimo caso irrisolto: i lavori urgenti per il CVA di Collestrada. Ma questo è solo l'ultimo capitolo di un rapporto difficile. Alcunuìi mesi fa i primi problemi: il circolo Arci si era visto negare un finanziamento per l'area verde che gestisce nella frazione e da qui la decisione di intervenire in proprio ma non senza difficoltà su autorizzazioni.

Ecco cosa scrive Walter Toppetti dell'Arci: "Già qualche anno fa la stessa associazione aveva sostenuto una spesa importante per la sostituzione dei giochi per bambini dell’area verde. Quelli esistenti, dopo 30 anni, avevano un urgente bisogno di essere sostituiti e così, per rispondere alle necessità delle famiglie di Collestrada che chiedevano un’area giochi sicura per i loro bambini e vista la non disponibilitàdell’amministrazione comunale ad intervenire economicamente all’acquisto delle strutture, il Circolo Arci di Collestrada aveva provveduto a proprie spese a dotare il parco di nuovi giochi".

Ma una volta consegnati i giochi sono poi passati sei mesi prima di installarli nell'area verde:  "Quello dell’acquisto sembrava lo scalino più difficile da superare ma non fu cosi, dato che una volta consegnati, i giochi dovettero stare per lungo tempo (6 mesi) all’interno di un magazzino ad aspettare l’autorizzazione e l’intervento del Comune per la loro installazione". Ora però i rapporti si sono completamente azzerati con tanto di parole forti lanciate ai quattro venti al fine che tutti i cittadini sappiano quello che sta accadendo. Motivo del contedere dicevamo sono i lavori urgenti per il Cva.

Secondo Toppetti il comune non avrebbe disponibilità e quindi ancora una volta l'Arci è pronta a finanziare una parte delle opere, ma tutto resta bloccato. "Interpellata l’amministrazione comunale e registrata la sua non disponibilità ad un contributo economico per la ristrutturazione di un edificio di cui, ricordiamolo, resta proprietaria, l’associazione ha deciso di intervenire a proprie spese per la realizzazione dei lavori più urgenti e non rimandabili. Ed ancora una volta, nonostante l’utilizzo di denaro proprio, l’associazione si è trovata di fronte all’opposizione degli uffici comunali a rilasciare le autorizzazioni necessarie per la partenza dei lavori. Si denota, ancora una volta, um atteggiamento di sufficienza ed intollerabile inerzia da parte dell’Ufficio Aree Verdi del Comune di Perugia, probabilmente in linea con la totale assenza dell’attuale Amministrazione Comunale in ogni intervento e nella normale gestione dei servizi di pubblica utilità".

Per l'Arci è un atteggiamento che denota un totale disinteresse nei confronti dell esigenze della cittadinanza.  "Tale inqualificabile atteggiamento.- ha concluso Toppetti - sarà, comunque, denunciato in ogni modo dal Circolo Arci Collestrada che non mancherà di informare ogni singolo abitante del quartiere su chi sono effettivamente i responsabili del degrado e dell’incuria degli spazi ad uso pubblico".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento