Cronaca

Cocaina dal nord Italia e marijuana dalla Spagna: smantellata rete di spaccio, arresti anche a San Giustino

Maxi-operazione antidroga dei Carabinieri di Arezzo: 32 le misure cautelari eseguite nelle province di Perugia, Arezzo, Firenze, Brescia, Vercelli e Trento. Interrotto il canale di distribuzione iberico

La cocaina arrivava dal Nord Italia, la marijuana dalla Spagna (dove è stata scoperta una mega piantagione in una villa) e poi confluiva ad Arezzo per essere nascosta dei nei boschi prima di essere spacciata dai pusher in città e vicino ad alcuni centri commerciali circostanti. Un traffico internazionale di stupefacenti interrotto dai Carabinieri di Arezzo, che all'alba di questa mattina (venerdì 6 marzo) hanno concluso l'operazione “Aquila” ed eseguito 32 misure cautelari nelle province di Arezzo, Firenze, Perugia (a San Giustino), Brescia, Vercelli e Trento. Inuterrotto inoltre il canale di rifornimento con la Spagna della rete di spaccio composta da albanesi, romeni e italiani con il canale di rifornimento iberico interrotto.

Ben 120 militari del comando provinciale che su ordine della Procura della Repubblica di Arezzo hanno tratto in arresto, in esecuzione di due ordinanze di custodia cautelare emesse dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Arezzo, 17 persone e sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo/divieto di dimora ulteriori 5 gravemente indiziate, a vario titolo, per i reati di concorso continuato e aggravato in detenzione e spaccio e traffico illecito di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti: cocaina, hashish e marijuana. Altre 10 persone erano già state tratte in arresto nel corso del 2019.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina dal nord Italia e marijuana dalla Spagna: smantellata rete di spaccio, arresti anche a San Giustino

PerugiaToday è in caricamento