Cocaina e foto hard: la Curia di Ascoli allontana don Bastoni, rispedito in Umbria

L'ex rettore del Santuario dell’Amore misericordioso di Collevalenza, indagato dalla procura ascolana e da quella di Ancona, è ora ospite della Villa Sacro Cuore di Città di Castello specializzata nel recupero di sacerdoti 'in difficoltà'

Nuovi guai per don Alberto Bastoni, 56enne sacerdote riminese che nel 2012, quando era parroco a Collevalenza, fu fermato con della cocaina in auto e poi indicato da un testimone come frequentatore di festini a base di sesso e droga. Accolto in prova nella Diocesi di Ascoli Piceno su richiesta del Superiore Generale della Congregazione dei Figli dell’Amore misericordioso a cui appartiene, il sacerdote è ora indagato dalla Procura ascolana per l’ipotesi di reato di detenzione e cessione di piccoli quantitativi di cocaina e da quella di Ancona per detenzione, scambio di materiale pedopornografico scaricato dal web. 

Centro storico a Perugia, ragazza ubriaca aggredisce agenti: arrestata e sanzioni pesanti

Un curriculum ecclesiastico di tutto rispetto quello di don Bastoni, che tra i vari incarichi è stato anche rettore del Santuario dell’Amore misericordioso di Collevalenza, dove i vescovi italiani hanno per anni svolto le loro assemblee generali e dove la comunità dell’Amore misericordioso gestisce una casa annessa al santuario che ospita sacerdoti con vari problemi. A comunicare il suo allontanamento dalla Diocesi marchigiana è stata la stessa Curia di Ascoli: "Apparentemente - si legge in una nota - sembrava che tutto procedesse nel migliore dei modi senonché, forse anche in conseguenza del lockdown, (don alberto Bastoni, ndr) è caduto in una depressione maggiore unipolare che gli ha provocato un grave squilibrio mentale, umano e umorale che si è manifestato in comportamenti che hanno attirato una indagine da parte delle autorità competenti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rapinata dopo il turno in ospedale: indagine lampo dei carabinieri, arrestato 27enne

La Curia conferma anche le indagini a carico del sacerdote: "Il Vescovo diocesano appena si è reso conto dello stato di salute e del totale cambiamento di personalità e avendo avuto notizia da lui stesso di un’indagine a suo carico, gli ha chiesto immediatamente di lasciare la Diocesi, riaffidandolo al Superiore generale della sua Congregazione religiosa per le cure necessarie. Con dispiacere, mons. D’Ercole ne dà notizia auspicando che don Bastoni possa al più presto risolvere i suoi problemi di salute e personali. Da questo momento in poi ogni comunicazione o richiesta di informazioni andrà rivolta alla sua Congregazione di provenienza". Il prete riminese nel frattempo è tornato a Città di Castello, ospite della Villa Sacro Cuore specializzata nel recupero di sacerdoti 'in difficoltà'.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Linea Verde Life fa tappa a Perugia ed elogia l’Antica Latteria di via Baglioni (le immagini)

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Occhio allo smishing, la nuova truffa svuota conto corrente: basta rispondere ad un sms

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento