menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prima gli rubano un telefono, poi gli chiedono il riscatto: giovane umbro li segue e li fa arrestare

Accade in un bar di Bologna, vittima un giovane cliente umbro. I tre responsabili dovranno rispondere di estorsione aggravata in concorso

Giovane umbro in trasferta a Bologna rimasto vittima di un tentativo di estorsione. Cento euro per riavere il cellulare, è questo il piano messo in atto da tre nordafricani, che prima gli hanno sfilato dalle tasche il telefono, per poi presentargli il conto del riscatto. E' accaduto in un locale nei pressi di via Stalingrado, mentre il 23enne ternano era seduto al tavolino di un bar. Ad un tratto il suo smartphone è sparito dalle tasche e i sospetti sono ricaduti du due persone. A quel punto il giovane ha chiesto loro se poteva avere indietro quanto di sua proprietà, ma i due hanno negato con forza le accuse.

Il giovane non si è arreso e una volta uscito dal locale è tornato alla carica nei confronti dei due uomini a cui si è aggiunto una terza, per avanzare la richiesta di riavere quanto gli era stato appena sottratto. Ed è a quel punto che il trio, uscito allo scoperto, ha chiesto 100 euro per la restituzione. 

Il ragazzo dopo aver sborsato cento euro,  ha deciso comunque di seguirli e nel frattempo di allertare le forze dell'ordine. Raggiunti dalla polizia non molto distanti dal luogo del ricatto, sono stati arrestati con l'accusa di estorsione aggravata in concorso, in attesa dell'udienza di convalida. Si tratta di due tunisini classe 1990, e di un algerino di 39 anni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento