menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si lancia nel vuoto per uccidersi, poliziotto-eroe la afferra al volo: donna salvata dalla morte

Si è buttata da 15 metri di altezza, ma un agente è riuscito ad afferrarla per un braccio

Salvata da un poliziotto-eroe. Afferrata per un braccio mentre precipita nel vuoto. Momenti di terrore a Città di Castello, nella serata di ieri. Una donna di 40 anni è salita sulle mura dei giardini del Cassero per uccidersi. Quanto i poliziotti sono arrivati l'hanno trovata seduta sul ciglio, con le gambe a penzoloni nel vuoto. Minacciava di saltare giù, gettandosi sulla strada, trafficata. Un volo di 15 metri, verso la morte.

Sul posto anche i vigili del fuoco, il 118 e i carabinieri. Una trattativa lunga mezz'ora. Uno dei poliziotti è riuscito, senza farsi notare dalla donna, ad avvicinarsi alle sue spalle. Un intervento al limite del miracoloso. La donna si è lanciata nel vuoto, urlando alle persone che si trovavano nella strada sotto le mura “fermate le auto che tanto mi butto”. Il poliziotto l'ha salvata. L'ha presa al volo, afferrandola per un braccio. Con l’aiuto degli altri agenti e dei soccorritori la donna è stata tirata su e salvata.

Il poliziotto ha riportato una lesione alla mano. Ma ha salvato una vita. La donna, tranquillizzata dai soccorritori, è stata accompagnata prima negli Uffici del Commissariato di Città di Castello e poi all'ospedale di Città di Castello per le cure del caso. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento