Il braccialetto elettronico funziona: criminale finisce in galera, donna salvata dalla Polizia

Ennesimo atto persecutorio fermato in tempo a Città di Castello da parte degli agenti di Polizia

Il braccialetto elettronico funziona e potenzialmente salva vite. Lo dimostra l'ennesimo caso di violenza, minacce e vita impossibile perpetrate da un 53 enne umbro a Città di Castello a danno di una donna, la vittima di questo incubo. Lo stalker, al quale aveva applicato il bracialetto elettronico dopo denunce e una pericolosità ormai accertata dalla Procura, era tornato sotto casa della donna ed aveva iniziato a minacciarla pesantemente. Ma la sua fuga dai domiciliari aveva fatto scattare l'allarme in Questura e subito una Volante si è messa sulla sue tracce individuandolo e mettendo in salvo la donna. L'ennesima pazia pericolosa del 53enne ora gli costerà cara: dal bracialetto elettronico per gli arresti domiciliari ad una cella di Capanne. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso pubblico, 2133 assunzioni a tempo pieno e indeterminato: il bando

  • Covid19, parte l'indagine sierologica a Perugia: Istat seleziona cittadini, occhio al numero telefonico

  • Coronavirus, la Usl Umbria 2: "Quattro nuovi casi di positività", tamponi ai familiari

  • Scontro tra auto a Umbertide: morte due persone, un'altra è rimasta ferita

  • Temptation Island, la coppia perugina è già sul punto di scoppiare. Alessandro furioso, Sofia si rilassa tra carezze e balli bollenti

  • Non rispetta le norme anti Covid-19, multato parrucchiere e negozio chiuso

Torna su
PerugiaToday è in caricamento