Venerdì, 12 Luglio 2024
Cronaca Città di Castello

Città di Castello, pensionato accusato di sfregiare le auto in sosta: dopo 10 anni scatta la prescrizione

L'uomo era stato sorpreso in flagranza dai Carabinieri dopo aver rigato 4 vetture, ma nei giorni precedenti ne erano state danneggiate altre 23

A quasi dieci anni dai fatti e dopo 7 di processo, il giudice ha dichiarato non il non doversi procedere per intervenuta prescrizione nel procedimento che vedeva imputato un 76enne, accusato di danneggiamento plurimo di auto in sosta.

L’uomo, difeso dall’avvocato Eugenio Zaganelli, doveva rispondere del reato di danneggiamento di almeno 27 autovetture. Secondo l’accusa l’imputato, passando per via Dante Alighieri, avrebbe rigato tutte le fiancate delle auto in sosta nella via, passando sopra le portiere e la carrozzeria “strisciando con un mazzo di chiavi”.

Secondo quanto raccolto dai Carabinieri della stazione di Città di Castello, l’anziano era stato visto aggirarsi lungo la via in più occasioni. Tanto che aveva destato dei sospetti ed era stato fermato da una pattuglia dell’Arma mentre camminava per la strada, molto vicino alle auto e con un mazzo di chiavi in mano.

Alla fine degli accertamenti era stato denunciato per il danneggiamento di 4 autovetture, mentre per le altre vetture rigate nei giorni precedenti non si era proceduto in quanto non erano state sporte querele.

Nel corso dell’udienza di oggi il giudice ha constatato che è scattata la prescrizione e ha chiuso il procedimento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città di Castello, pensionato accusato di sfregiare le auto in sosta: dopo 10 anni scatta la prescrizione
PerugiaToday è in caricamento