Corpo trovato in un appartamento al centro di Città di Castello: due bigliettini svelerebbero il mistero

Il fatto è avvenuto nella giornata di ieri. Dopo l'allarme lanciato alle forze dell'ordine, le indagini sono condotte dai Carabinieri

A 24 ore dal dramma il nodo è sciolto: non è partito accidentalmente il colpo di fucile che ha tolto la vita ad un pensionato di Città di Castello all'interno della
proprio abitazione. Sono stati trovati dei biglietti che, l'uomo, avrebbe lasciato per spiegare i motivi della sua decisione ad alcuni familiari (la moglie e la
figlia). La decisione sarebbe stata presa per via delle suo condizioni di salute sempre più precarie e difficili da portare avanti. Secondo il Corriere dell'Umbria,
l'uomo era molto conosciuto in città e la sua dipartita ha sconvolto i vicini e gran parte della comunità dell'Altovere.                    
                                                                                    
                                                                                    
                                                                                    
                                                                                    
                                                    

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento