Cronaca

Città di Castello, 5 casi di meningite in pochi giorni: "Non c'è pericolo"

Sono saliti a 5 i casi di pazienti ricoverati all'Ospedale di Città di Castello. Sono in corso indagini epidemiologiche per definire quali siano state le modalità di diffusione. Le rassicurazioni ai cittadini da parte dell'Usl Umbria 1

Sono 5 i pazienti ricoverati a Città di Castello, a distanza di pochi giorni, a causa di una forma di meningite di natura virale. Ma le loro condizioni di salute sono definite buone tanto che tre di loro saranno a breve dimessi. Mentre gli altri due pazienti resteranno ancora per diversi giorni sotto osservazione nel reparto di Medicina.
 
La direzione ospedaliera ha confermato, anche a distanza di giorni dal primo bollettino medico, che la patologia "è assolutamente benigna e autolimitante" e si risolve nel giro di pochi giorni; inoltre, non essendo di natura batterica, non è richiesto l'uso di antibiotici, né a scopo terapeutico né preventivo.
 
In ogni caso, sebbene la patologia non desti alcuna preoccupazione per la popolazione, vista la vicinanza spazio-temporale dei ricoveri, i servizi dell’azienda Usl Umbria 1 stanno comunque effettuando tutte le operazioni necessarie per avere un quadro esaustivo dell'accaduto.

In particolare, si stanno svolgendo le idonee ricerche di laboratorio (al fine di identificare l'agente responsabile della malattia) e le opportune indagini epidemiologiche (per definire quali siano state le modalità di diffusione). Tali operazioni sono tuttora in corso; i risultati definitivi saranno comunicati non appena disponibili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città di Castello, 5 casi di meningite in pochi giorni: "Non c'è pericolo"

PerugiaToday è in caricamento