rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca Città di Castello

Medico di famiglia perseguitato da una paziente: costretto a barricarsi in ambulatorio

Il professionista è stato costretto a rivolgersi ai Carabinieri di Città di Castello per sporgere una denuncia per stalking. Il Giudice ha preso subito provvedimenti: deve stare molto lontana ora dal suo medico "preferito"

Un medico di famiglia assediato nel suo studio da una paziente che per un anno lo ha marcato morbosamente "a uomo" andando tutte le mattine e tutti i pomeriggio in ambulatorio. Il professionista è stato costretto a rivolgersi ai Carabinieri di Città di Castello per sporgere una denuncia per stalking quando la situazione è diventata esplosiva: minacce, ingiurie e vere e proprie aggressioni fisiche mettendo il medico in una situazione di disagio se non addirittura una condizione vera e propria di ansia e di paura.

Alla base del comportamento della donna molto probabilmente una forma di "innamoramento malato" che non sarebbe stato mai né incoraggiato né ricambiato dal medico di famiglia. Visto l’aggravarsi della situazione la donna, su provvedimento del Giudice, è stata sottoposta alla misura cautelare del divieto di avvicinamento e dovrà quindi rimanere a più di 500 metri dal medico se non vuole incorrere in sanzioni più pesanti e restrittive.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medico di famiglia perseguitato da una paziente: costretto a barricarsi in ambulatorio

PerugiaToday è in caricamento